QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rifugio Contrin, 34° raduno nazionale degli alpini

sabato, 24 giugno 2017

Alba di Canazei – Domani gli Alpini ritorneranno per la trentaquattresima volta al Rifugio Contrin, in alta Val di Fassa, nella bellissima conca antistante il massiccio della Marmolada. Lo faranno per il Raduno Nazionale organizzato come sempre dalla Sezione Alpini di Trento e che  quest’anno, come capita ogni cinque anni, avrà una importanza maggiore:  sarà solenne. Ovvero si svolgerà alla presenza del Labaro Nazionale e delle più alte cariche sociali, a cominciare da quella del Presidente Nazionale Sebastiano Favero. Si può già immaginare che quello di domani (domenica 25 giugno) del  Contrin sarà ancora una volta un appuntamento importante, al quale parecchie autorità civili e militari non vorranno mancare.rifugio Contrin

Si onoreranno, con la suggestiva cerimonia che avviene ad una settimana giusta dall’Incontro Italo Austriaco della Pace svoltosi a Rovereto e Trento, tutti i caduti delle guerre. Si ricorderanno, alla presenza dei tantissimi Vessilli delle Sezioni Alpine d’Italia, primo fra tutti quello della Sezione di Trento, decorato con 12 medaglie d’oro al Valor Militare, gli errori del passato, per guardare al futuro che dovrà  regalarci pace.

Il programma prevede alle 11.15 la cerimonia di Alzabandiera e gli Onori ai Caduti, con deposizione di una corona al cippo del Capitano  Andreoletti. Alle 11.20 le Allocuzioni delle Autorità mentre alle ore 11,30 si terrà la Santa Messa.

Tutta la cerimonia sarà accompagnata dalla Fanfara Alpina Monte Zugna di Lizzana. L’afflusso delle Penne Nere è previsto lungo la strada che da Alba di  Canazei porta al Rifugio Contrin, percorribile a piedi in circa un’ora e  mezza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136