QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Premi GLGS-USSI: riconoscimenti a giornalisti e sportivi. Aru e Gramellini premiati da Maroni e Pagan

martedì, 9 febbraio 2016

Milano – Consegnati a sportivi e giornalisti, i premi GLGS-USSI al Circolo della Stampa, premiati tra gli altri Fabio Aru e Massimo Gramellini. Presenti Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia, l’assessore regionale allo Sport, Antonio Rossi, e  l’Amministratore delegato del Casinò di Campione, Carlo Pagan.

Premiazione- Pagan -1

Grande partecipazione, emozioni e momenti di divertito “amarcord” negli aneddoti di personaggi del giornalismo sportivo hanno caratterizzato la cerimonia di consegna dei Premi GLGS-Ussi Lombardia 2015, svoltasi nel tardo pomeriggio al Circolo della Stampa di Milano. Tra i premiati, il campione di ciclismo Fabio Aru, proclamato “Atleta dell’Anno”, e il giornalista-scrittore Massimo Gramellini, che ha ricevuto il Premio “Gianni Brera”.

La cerimonia, come da tradizione, ha visto premiati personaggi sportivi e giornalisti che si sono distinti nel raccontare lo sport nell’arco della loro carriera. Condotta da Filippo Grassia, la serata è stata introdotta dal saluto di Gabriele Tacchini, presidente del GLGS-Ussi Lombardia, e ha visto tra gli altri la presenza – anche come premiatori – del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, dell’Assessore regionale allo Sport, Antonio Rossi, del Presidente del Coni Regionale lombardo, Oreste Perri, e di Gabriele Dossena e Paolo Perucchini, presidenti rispettivamente dell’Ordine Giornalisti della Lombardia e dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti. Ha partecipato inoltre alla premiazione Carlo Pagan, amministratore delegato del Casinò di Campione d’Italia, main sponsor del GLGS, che ha consegnato il premio destinato a Maurizio Arrivabene.

Roberto Maroni premia Fabio Aru

Questi i premi sportivi consegnati nella serata: a Fabio Aru, vincitore dell’ultima “Vuelta” e grande speranza del nostro ciclismo, il premio “Atleta dell’Anno”. Ai campioni d’Italia del Rugby Calvisano il premio “Squadra dell’Anno”. Al Team Principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, il premio “Personaggio dell’Anno” (ritirato da Alberto Antonini, responsabile dell’Ufficio Stampa Sport della Ferrari) .

Questi i premi giornalistici: a Massimo Gramellini, direttore creativo di Itedi, editorialista, opinionista e scrittore, il Premio Gianni Brera per una brillante carriera iniziata come cronista sportivo. A Roberto Perrone, per anni inviato di sport del “Corriere della Sera” oltre che esperto di giornalismo gastronomico e scrittore, il Premio Gino Palumbo. A Carlo Laudisa della “Gazzetta dello Sport”, specialista di calciomercato, il Premio Gualtiero Zanetti. A Roberto Belingheri, caposervizio alle pagine sportive dell’ “Eco di Bergamo”, il Premio Candido Cannavò. A Paola Arcaro, caporedattore Raisport, il Premio Lionello Bianchi e allo storico telereporter, inviato Rai e scrittore Sergio Calabrese il Premio Silvano Maggi.

di Alberto Panzeri


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136