QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pallanuoto, Serie A1: vigilia della sfida tra An Brescia e Rari Nantes Savona alla piscina di Mompiano

venerdì, 17 ottobre 2014

Brescia – Grande attesa per la sfida di domani alla piscina di Mompiano. Adesso la stagione entra sempre più nel vivo, e per l’An Brescia l’imperativo è continuare a migliorare in tutte le fasi di gioco, impegnandosi a fondo a livello fisico quanto dal punto di vista mentale.pallanuoto brescia

Domani, alle 18,  per la terza giornata di campionato, il sette bresciano riceverà, alla piscina di Mompiano la Rari Nantes Savona, e la sfida si annuncia come test probante. Pur priva di pedine importanti come il neoacquisto croato, Mislav Tomasic (l’anno scorso alla Promogest Quartu Sant’ Elena, e, con 46 centri, tra i migliori realizzatori del torneo), la squadra guidata da Alberto Angelini ha ottenuto un’importante vittoria nell’esordio con la Canottieri Napoli, salvo poi uscire sconfitta nel derby ligure col Bogliasco. Dunque, è facile pensare che Presciutti e compagni si troveranno di fronte un avversario intenzionato a tornare in carreggiata, in virtù del blasone del club biancorosso (tre scudetti, tre Coppe Italia, tre Coppe Len o Euro Cup, più una lunga serie di titoli nazionali a livello giovanile) e in virtù di un organico giovane e di qualità. Ad arricchire gli spunti di interesse, la sfida in famiglia tra i fratelli Deni e Goran Fiorentini – per altro, entrambi ex Brescia – e il confronto tra Alessandro Nora e Luca Damonte, mancini nel giro del Settebello, senza dimenticare quanto può contare il peso specifico della Rari nella carriera del tecnico biancazzurro Sandro Bovo, e in quella del bomber Valerio Rizzo, savonese doc e, fino a due anni fa, colonna portante del team rivierasco.

IL TECNICO BOVO 
Per l’An un ennesimo match da affrontare con la massima attenzione, andando oltre gli eventuali segni di una preparazione che, ancora adesso, prevede pesanti carichi di lavoro: “Ho rivisto la partita giocata con la Canottieri – dichiara il tecnico Bovo – e sono emersi tanti spunti su cui lavorare: abbiamo difeso bene con l’uomo in meno ed effettuando un buon pressing in parità. Per quel che riguarda l’attacco, c’è un po’ più da rimboccarsi le maniche, troppe volte facciamo confusione, dobbiamo essere più ordinati, più essenziali, senza forzare passaggi o tiri poco probabili. Il Savona è una buona squadra e il confronto di sabato ci servirà senz’altro per crescere: hanno fatto tre punti importanti giocando senza i centroboa, evidentemente, di qualità ne hanno. Dal canto nostro, è necessario sfruttare le potenzialità senza farci prendere dalla frenesia o da ansie: dobbiamo giocare con ordine. Tutti i giorni, tra i ragazzi, percepisco tanta voglia di mettercela tutta per far bene, e questo è un dato fondamentale”. “Il fatto che i pronostici ci danno favoriti – commenta il numero 12 dell’An, Christian Napolitano -, non c’interessa: non abbiamo alcuna intenzione di prendere sotto gamba la sfida col Savona. Rispetto a come ci siamo espressi finora, sappiamo di poter, e dover, fare meglio, per cui la concentrazione sarà al 110%: l’obiettivo è proseguire nel percorso di crescita e, in alcun modo, non vogliamo correre il rischio di commettere passi falsi”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136