QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Nasce Garda by bike, un progetto di valorizzazione delle piste ciclo turistiche nella zona del Benaco

venerdì, 16 maggio 2014

Brescia – Un patto tra Brescia e Trento, tra Lombardia, Veneto e Trentino. per realizzare il “Garda by Bike”. L’obiettivo dell’intesa tra le Province di Brescia, Trento, Verona e Mantova è promuovere la capacità di competere con altre realtà territoriali, valorizzando le risorse sotto l’aspetto turistico e della fruibilità sostenibile, ampliando le opportunità già disponibili; incentivare la realizzazione di itinerari locali dedicati ai ciclisti che si dipartono dall’itinerario principale, ampliando l’offerta e diventando l’elemento trainante per fare conoscere le reti locali di itinerari per ciclisti; portare benefici economici alle comunità locali dando visibilità maggiore ai commerci, ai ristoranti e agli alberghi dei piccoli centri, che sono quelli elettivamente scelti dal turista in bicicletta. Nasce da questi obiettivi l’accordo tra Brescia, Trento, Verona e Mantova per la promozione di un percorso ciclabile denominato “Garda by bike”, con valenza turistico-culturale e ambientale nel periplo del lago di Garda. Su proposta dell’assessore alle infrastrutture, la Giunta provinciale ha approvato il protocollo che, in particolare, intende sviluppare azioni sinergiche e di collaborazione, rendendo disponibili itinerari segnalati e collegati alle dorsali principali delle piste riva-del-garda-foto-aeree-008ciclabili.

Va ricordato come l’utilizzo della bicicletta nell’ambito di un turismo ecosostenibile, consapevole e rispettoso dell’ambiente, valorizza e porta alla luce particolari naturalistici e storico/culturali che generalmente sfuggono a chi percorre il territorio con altri mezzi. Nel protocollo si sottolinea come sia indispensabile favorire le condizioni di massimo utilizzo della bicicletta, divulgando il più possibile le informazioni sulle opportunità di percorso. In particolare, in una zona altamente turistica come quella del lago di Garda, di punta a creare un’informazione capillare sulle piste ciclabili finora realizzate o in fase di realizzazione lungo lago e nel suo immediato entroterra, nonché sulle interconnessioni con altri percorsi a traffico promiscuo. E far questo è prioritario inserire il bacino gardesano in un più ampio contesto. In particolare per la sua posizione strategica e la sua collocazione rispetto al Nord Italia, il percorso ciclabile “Garda by bike” del bacino gardesano può essere inserito in un più ampio contesto collegato al network europeo degli itinerari Eurovelo, un gruppo di piste ciclabili che attraversa tutta l’Europa. Più in particolare il percorso si trova in prossimità dell’intersezione fra due itinerari Eurovelo esistenti: l’Eurovelo EV7 “Itinerario dell’Europa Centrale” e l’Eurovelo EV8 “Itinerario Mediterraneo” e pertanto può essere di interesse non solo nazionale, ma anche europeo. Per la realizzazione dell’itinerario è necessario installare una segnaletica che lo identifichi come percorso uniforme in tutti i territori attraversati così come, per la promozione, si ritiene indispensabile la redazione di materiale cartaceo unico ed uguale per tutte le province, che riporti il percorso individuato e denominato “Garda by bike” ” ed evidenzi tutti i percorsi ciclopedonali e le piste ciclabili finora realizzati intorno al Lago di Garda e le interconnessioni con altri percorsi ciclabili o ciclopedonali. Ecco dunque che si punterà con forza alla promozione del percorso ciclabile attraverso l’individuazione dell’itinerario ciclabile e la divulgazione di materiale promozionale coordinato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136