QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Melinda Volley Cup: l’Italia supera l’Argentina davanti ai 3800 del PalaTrento

venerdì, 28 agosto 2015

Trento – L’Italia a trazione Trentino Volley supera per 3-0 l’Argentina e si assicura la Melinda Volley Cup 2015 sfatando allo stesso tempo il tabù PalaTrento. Nell’impianto di via Fersina, che mai prima d’ora aveva visto la Nazionale vincere una partita in quattro precedenti ufficiali, l’esordio in azzurro di Blengini e di Juantorena si è rivelato positivo e ricco di buoni propositi; gli oltre 3.800 spettatori presenti hanno avuto il merito, con il loro assordante tifo, di incoraggiare e spingere sin dall’inizio in maniera importante la squadra verso un debutto del nuovo corso contrassegnato solo da sorrisi.

Ad una decina di giorni dalla prima gara di World Cup 2015 in Giappone, l’Italia ha infatti mostrato un gioco già piuttosto rodato, molto pungente al servizio (14 punti diretti) e ben orchestrato da Simone Giannelli. Il regista bolzanino ha diretto con sagacia la squadra tenendo caldo il braccio di Zaytsev (22 punti col 70% in attacco e 5 ace), ma non dimenticandosi di Juantorena (10 punti) e Lanza che pur soffrendo a rete ha dimostrato di essere l’uomo d’ordine della squadra. Ottima anche la prova di Colaci, perfetto in ricezione (92%) e straordinario in difesa, fondamentale in cui ha strappato applausi a scena aperta al PalaTrento che ritroverà fra due mesi esatti dopo World Cup ed Europei.

Venerdì sera si replica al PalaOlimpia di Verona; ultimo test prima della partenza per il Giappone. Di seguito il tabellino della Melinda Volley Cup 2015 disputata al PalaTrento.

Italia-Argentina 3-0
(25-16, 25-17, 25-22)
ITALIA: Piano 5, Giannelli 6, Juantorena 10, Buti 5, Zaytsev 22, Lanza 8, Colaci (L); Antonov, Anzani, Massari 1. N.e. Mengozzi, Sottile, Vettori e Rossini. All. Gianlorenzo Blengini.
ARGENTINA: De Cecco, Conte 9, Solé 9, Gonzalez 7, Palacios, Gauna 9, Closter (L); Garroq (L), Zornetta, Uriarte, Poglajen, Ramos 1. N.e. Guzman e Crer. All. Julio Velasco.
ARBITRI: Gnani di Ferrara e Pozzato di Bolzano.
DURATA SET: 24’, 24’, 30’; tot 1h e 18’.
NOTE: 3.801 spettatori. Italia: 7 muri, 14 ace, 11 errori in battuta, 4 errori in attacco, 51% in attacco, 60% (23%) in ricezione. Argentina: 5 muri, 5 ace, 14 errori in battuta, 2 errori in attacco, 47% in attacco, 52% (21%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136