Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ufficiale, l’Europeo di ciclismo su strada a Trento slitta al 2021

sabato, 2 maggio 2020

Trento – L’Unione Europea di Ciclismo (UEC), l’Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trentino Marketing, con il Comune di Trento e Trento Eventi Sport hanno trovato l’accordo per spostare al prossimo anno i Campionati Europei di ciclismo su strada in programma a Trento dal 9 al 13 settembre 2020. “Nella complicatissima situazione che si è venuta a creare a seguito della pandemia – spiega Maurizio Rossini, CEO di Trentino Marketing – siamo soddisfatti per aver trovato una soluzione che mette tutti d’accordo e che ci consente di preparare questo evento nel modo migliore, garantendone il massimo risultato sia al punto di vista tecnico che promozionale”

val di sole non ciclismo trentino giroLa manifestazione verrà svolta nella prima metà di settembre, anche se le date definitive – sulla base delle due opzioni richieste dagli organizzatori, 1-5 settembre o 8-12 settembre 2021 - saranno definite dalla Unione Ciclistica Internazionale (UCI) quando verrà ufficializzato il calendario internazionale della prossima stagione. Foto di Daniele Mosna.

Lo spostamento al 2021 è il risultato di una lunga concertazione che ha visto tutte le parti interessate collaborare proficuamente per superare l’emergenza determinata dal Coronavirus e dal conseguente blocco delle attività sportive tuttora in essere. “Siamo arrivati alla scelta migliore – il commento di Elda Verones, Direttrice dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi – trovando il massimo consenso da parte della città e delle istituzioni. Considerando l’impatto che l’epidemia ha avuto sull’economia, possiamo guardare a questo appuntamento come ad un’occasione di grande festa e di rilancio quando l’emergenza sarà finalmente superata”.

Alla luce dell’accordo intervenuto, la UEC sta intanto lavorando con l’UCI e le Federazioni Nazionali per valutare l’eventuale organizzazione del Campionato Europeo Strada 2020 in altra sede.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136