QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ledro Running: trionfo di Marco Salami, sul podio Guidotti e Stingone. Negasi prima tra le donne

lunedì, 28 agosto 2017

Ledro – C’è la prestigiosa firma di Marco Salami sulla settima edizione della Ledro Running, la prima di caratura nazionale. L’azzurro portacolori dell’Esercito si è imposto al termine dei 9300 metri del percorso disegnato attorno al Lago di Ledro, in Trentino, con partenza ed arrivo da Molina. Un tracciato suggestivo e di grande impatto, immerso in un ambiente di comprovata salubrità come dimostra l’inserimento dell’intera Valle di Ledro nel progetto Riserva della Biosfera di Unesco.

Marco Salami 1

Marco Salami (nella foto) , trentaduenne mantovano, ha rotto gli indugi dopo circa due chilometri di gara: la salitella che precede l’abitato di Pur è stata il palcoscenico dell’allungo che ha permesso al campione italiano in carica dei 10.000 metri su pista di presentarsi da solo al traguardo, tagliato con il tempo di 29’41, andando cioè a migliorare di 2′ il riferimento siglato lo scorso anno.

“Conosco da anni la Valle di Ledro e ho salutato con grande piacere la crescita della Lago di Ledro Running che con il nuovo ranking di gara nazionale consente la partecipazione anche dei top runner. Rispetto alle precedenti edizioni, il livello si è alzato sensibilmente ed il tempo finale lo dimostra – ha commentato Salami a fine gara – Dal canto mio sono naturalmente soddisfatto della mia prestazione; certo che correre e gareggiare in un contesto ambientale simile è davvero speciale”.
Alle spalle di Salami – da tre anni entusiasta testimonial della Lago di Ledro Running – secondo posto per il piemontese Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino, 30’28) mentre a completare il podio di giornata ci ha pensato Michele Stingone (Caivano Runners, 30’31); quarto posto quindi per il campione uscente Marco Filosi (Atletica Valchiese, 30’42), trentino da divesi anni nel giro delle nazionali di corsa in montagna.

In campo femminile la vittoria è inLa vincitrice Adiam Yemane Negasi 1vece andata ad Adiam Yemane Negasi – nella foto a lato -  (Gs Valsugana Trentina) che grazie al 36imo tempo assoluto (35’56) ha avuto la meglio dell’esperta Mirella Bergamo (Gs Valsugana Trentino, 37’21) e di Simonetta Menestrina (Atletica Trento, 37’52), già nota in Valle di Ledro per aver vinto nel 2016 la Ledro Skyrace, prova di corsa in montagna disegnata tra Mezzolago ed il Senter dele Greste.

In totale sono stati oltre 200 i partecipanti della Lago di Ledro Running, prova organizzata dall’Atletica Alto Garda e Ledro che ha salutato anche la presenza di centinaia di presenze nella prova non competitiva associata, a sua volta tracciata sul percorso costeggiante le acque cobalto del Lago di Ledro. Una partecipazione da record, per ribadire ancora una volta come la Valle di Ledro sia per vocazione un’autentica palestra a cielo aperto, in cui ogni pratica sportiva outdoor trova l’ideale scenario, dagli sport acquatici (vela, canoa, canyonig, naturalmente nuoto) alle attività di montagna (trekking, arrampicata, corsa in montagna) passando per ciclismo, corsa e via discorrendo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136