QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ledro Running, grande attesa per la settima edizione della gara podistica. Al via 200 atleti

sabato, 27 agosto 2016

Valle di Ledro – Cast di spicco per la Ledro Running. Saranno in 200 al via domani mattina (domenica 28 agosto) della settima edizione della lago di Ledro Running, la gara podistica attorno alle acque cobalto del lago cuore della Valle diLedro, in Trentino, territorio di grande valore storico-ambientale come testimonia la duplice certificazione dell’Unesco, una per la zona archeologica-palafitticola risalente all’Età del Bronzo ed una specifica per l’ambiente con l’inserimento nel progetto Riserva della Biosfera.

running Arco

Il percorso di gara, dopo sei edizioni passate, non necessita certo di presentazione: partenza ed arrivo a Molina, sulla sponda orientale, e tracciato di 9300 metri circa, sempre a costeggiare lo splendido lago per toccare località Pur e successivamente i centri di Pieve e Mezzolago.

GLI ILLUSTRI TESTIMONIAL - Nella lago di Ledro Running è capeggiata dal mantovano Marco Najibe Salami, più volte azzurro e campione italiano delle medie distanze che proprio in Valle di Ledro ha scoperto una location ideale per l’allenamento podistico. “Sono ormai diversi anni che nei mesi estivi approfitto del clima e dell’ambiente della Val di Ledro per curare la preparazione e gli allenamenti – dice il trentunenne portacolore del Centro Sportivo Esercito che può vantare tre titoli italiani assoluti – anche nel mese di luglio abbiamo svolto un raduno prolungato con altri colleghi come Simone Gariboldi e Paolo Zanatta delle Fiamme Oro, Stefano Guidotti Icardi del Cus Torino e Alice Chiergiu ed Alice Chierciu della Corradino Rubiera e proprio con loro saremo al via della Lago di Ledro Running”.

Salami e gli altri “pro” saranno comunque fuori concorso e non entreranno nella classifica finale per non escludere a priori gli altri concorrenti ai premi in palio: seri pretendenti alla vittoria finale sembrano essere la trentina Elektra Bonvecchio (Atletica Trento) in campo femminile ed il giudicariese Marco Filosi (Atletica Valchiese), ventenne già in ottima evidenza nel panorama nazionale della corsa in montagna. Spulciando l’elenco dei partenti si individua anche qualche nome illustre, come Giuseppe Ferrandi, direttore del Museo Storico Tridentino e la padrona di casa Stefania Oradini, responsabile comunicazione del Consorzio Turistico Valle di Ledro.

LA TRADIZIONE DEL PODISMO IN VALLE DI LEDRO - Ha radici lontane nel tempo: proprio la vallata trentina ha dato i natali a Gianni Demadonna, uno dei grandi maratoneti italiani (secondo alla New York Marathon del 1987) ed oggi manager di spicco dell’atletica internazionale. “Già in passato – continua Salami – in Valle di Ledro era approdato il grande podismo con i raduni dei vari Alberto Cova e Francesco Panetta, impegnati negli anni ’80 anche nella Corsa delle Palafitte: le potenzialità e le peculiarità della Valle di Ledro non le scopriamo di certo noi, ma siamo convinti che questo territorio rappresenti uno dei posti migliori per la pratica della corsa”. In tal senso è importante anche il numero di presenze alla gara di domani. “Credo che quasi 200 iscritti alla gara competitiva ed altrettanti alla non competitiva sia un ottimo risultato per questo genere di gare. Il tracciato di fatto è adatto a tutti, non presentando un chilometraggio troppo impegnativo e strappi particolari, mantenendosi sempre attorno ai 600 metri di quota. Il percorso è vallonato, mosso, divertente e vario: l’ideale per correre, sia in gara, sia in un ottica più rilassante e volta al benessere personale”.

IL PROGRAMMA - La giornata organizzata dall’Atletica Alto Garda e Ledro propone nel quartier generale di Molina di Ledro una prima fase promozionale rivolta ai più piccoli alle 9:30 (“perchè lo sport e l’atletica in particolare devono sempre essere proposti ai bambini” chiosa Salami) quindi alle 10 in punto la partenza della gara agonistica, seguita dieci minuti dopo dal via della passeggiata non competitva. Al termine della fatica, pasta party per tutti e alle 13:30 premiazioni.

LA LAGO DI LEDRO RUNNING - È una delle tante proposte sportive della Valle di Ledro, autentica palestra a cielo aperto ideale per l’attività fisica di ogni genere e livello. Canoa, trekking, corsa in montagna, triathlon, vela, ciclismo, mountain bike, arrampicata sono solo alcuni degli sport che possono essere praticati sulle sponde del Lago di Ledro, zona ideale anche per la preparazione atletica e l’allenamento come dimostrano Salami e compagni e soprattutto i prossimi ritiri del Rugby Viadana (30 agosto – 6 settembre) e della nazionale maschile di sci di fondo (4-10 settembre).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136