QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Lago Moro: in sessanta al tuffo della Befana. Grande iniziativa del team Troletti

venerdì, 6 gennaio 2017

Darfo Boario terme – Un tuffo nelle acque  del lago Moro con un numero crescente di partecipanti. Il tuffo dell’Epifania al lago Moro è entrato nella tradizione. grazie all’iniziativa del team Troletti. Oggi in sessanta – il numero massimo previsto – si sono tuffati nelle gelide acque del lago Moro. La temperatura era di 4.3°, ma l’entusiasmo dei partecipanti, tutti appassionati di sport acquatici, non è venuto meno.Tuffo Befana Lago Moro

L’idea del tuffo della Befana risale a otto anni fa, quando Federico Troletti con l’ASD Federico Troletti Team, che promuove lo sport in acqua, le traversate, il nuoto libero, ha proposto la prima iniziativa. Nel 2010 i primi 12 temerari si sono tuffati, poi il numero è andato in crescendo fino a 55  dello scorso anno e 60 iscirtti di quest’anno. In acqua si sono tuffati  in 54,

L’iniziativa ha riscosso un grande successo anche fra il pubblico che è giunto numeroso per assistere, incoraggiare i tuffatori e fotografare il momento goliardico. In acqua e fuori dall’acqua erano presenti le associazioni del territorio: i sommozzatori di Valle Camonica monitorano la situazione sott’acqua, quindi Camunia Soccorso presente con l’ambulanza mentre gli Alpini hanno preparato tè caldo e vin brulè, per aiutare i tuffatori a scaldarsi dopo il bagno gelato. Alle 11 si sono ritrovati, poi dieci minuti in costume al freddo, quindi a mezzogiorno il tuffo in acqua. Soddisfatti gli organizzatori: “Una grande giornata, festa rispettata”.

Nel pomeriggio la Befana è arrivata in barca, attraversando il lago Moro. Trasportata su una barca illuminata, sfidando il freddo e il vento gelido, la Befana ha sfilato sull’acqua sotto gli occhi dei bambini accompagnati per l’occasione dai loro genitori.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136