QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Tour Transalp è passata da Valtellina e Valle Camonica. La partenza della quinta tappa da Aprica e il gran finale ad Arco di Trento

venerdì, 3 luglio 2015

Aprica – La Tour Transalp, la mitica gara a coppie con oltre 1200 atleti partecipanti, ha lasciato Aprica e la Lombardia per le ultime due tappe, quella di Trento e di Arco.

La tappa regina della Transalp è stata Aprica, con arrivo e partenza. Il via dalla località delle Orobie è stato dato dal sindacaprica transalp2o Carla Cioccarelli coadiuvata dal vicesindaco Bruno Corvi.

Lo Schwalbe-TOUR Transalp si è quindi diretta verso Kaltern passando da Ponte di Legno e poi raggiungere Caldaro nella quinta tappa delle sette previste dalla corsa tedesca. L’evento conta 600 coppie in gara, quindi 1200 concorrenti.

Entusiasmante la tappa da Livigno all’’Aprica, parte in Valtellina e parte in Valle Camonica. Nella tappa regina i concorrenti avevano superato anche i passi Gavia e Mortirolo, per finire nella località valtellinese-orobica dopo il panoramico, lungo e apprezzatissimo attraversamento dal Mortirolo a Trivigno.

Dopo due terzi posti, la coppia femminile azzurra composta dalle trentine Marcellina Dossi e Micaela Boniciolli, del team Made2win Arcobaleno,  è salita sul secondo gradino del podio per la seconda volta consecutiva, davanti alla coppia italo-belga formata da Carla Claudano e Elke Dom Nella classifica generale. Dossi e Boniciolli si trovano in terza posizione a 3’ dalle seconde classificate Claudano/Dom. Quarta vittoria di fila, invece, per Tatjana Ruf e Annina Jenal. La coppia svizzero-austriaca ha chiuso la gara in 5h 59’ e 09sec.

Nella categoria maschile bella affermazione degli azzurri Bruno Debertolis e Agostino Zortea, la coppia trentina che è al sesto posto e ha ottenuto la miglior prestazione tra le formazioni italiane. I livignaschi Nicolas e Thomas Bormolini hanno concluso la frazione in dodicesima posizione. La vittoria è andata al duo belga formato da Frederic Glorieux e Bob Michels, che ha tagliato il traguardo in 4h 37’ e 52sec facendo segnare il miglior tempo di giornata.

Nei Masters si sono invece imposti per la terza volta consecutiva Hans-Peter Obwaller e Mathias Nothegger. Il team austriaco ha completato il percorso in 4h 47’ e 46sec giungendo al traguardo solo dieci minuti dopo i vincitori maschili. La migliore coppia azzurra nei Masters, composta da Cristiano Sighel e Robert Ölgartner, si ètransalp classificata al tredicesimo posto.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136