QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Marcialonga elegge la sua soreghina: domani sera l’incoronazione dell’ambasciatrice

martedì, 29 luglio 2014

Panchià - Nelle valli trentine di Fiemme e Fassa è sempre tempo di Marcialonga ed a luglio, è tempo di Soreghina. Il team guidato da Angelo Corradini è alla ricerca di una nuova ambasciatrice da aggiungere alla lista di “Figlie del Sole” (secondo un’antica leggenda) che dal 2002 accompagnano i vincitori al traguardo delle gare targate Marcialonga e premiano la loro fatica con un brillante sorriso e una corona d’alloro.Marcialonga1

L’anno scorso era stata eletta Valentina Monsorno, ragazza di Varena con la passione per lo sci e il sogno di diventare allenatrice, e che domani sera alle 21 presso il Teatro Parrocchiale di Panchià passerà il testimone a colei che le succederà come volto Marcialonga per la prossima stagione sportiva.

Il tempo per presentare la domanda di iscrizione è scaduto e delle sei candidate al titolo si conoscono già i nomi. Giulia Dallio è laureata in scienze motorie, sogna di diventare insegnante di educazione fisica e organizzatrice di eventi sportivi, e di Marcialonghe ne ha già disputate tre, due con gli sci e una di corsa. Michela Varesco e Marianna Martinelli praticano lo sci alpino a livello amatoriale.

Michela si è laureata a pieni voti in economia e sta completando la magistrale, mentre Marianna si è da poco diplomata al liceo linguistico di Rovereto e conosce sia l’inglese che il tedesco. Anche Giulia Pastore scia a livello agonistico, frequenta la facoltà di giurisprudenza e parla inglese e tedesco, oltre a conoscere il ladino e il francese. La dimestichezza con le lingue, come anche l’impegno nel volontariato, sono fondamentali per rappresentare una manifestazione nota e amata in tutto il mondo come la Marcialonga e lo spirito delle valli che la ospitano è un altro requisito indispensabile, insieme a quello dell’età – fra i 18 e i 30 anni – per ogni aspirante Soreghina. Veronika Nicolussi Castellan di lingue ne conosce cinque oltre all’italiano: inglese, tedesco, francese, ladino e russo, ha una sensibilità particolare per l’eco-sostenibilità e pratica pattinaggio artistico, danza classica e sci nordico. La più giovane aspirante Soreghina è Martina Vinante, classe 1996, che studia francese, tedesco e inglese al Liceo Linguistico di Cavalese e dalla madre ha imparato il rumeno. Martina partecipa a molte attività di volontariato nel suo paese e l’esperienza che ricorda più volentieri è quella fatta ai Mondiali di Fiemme nel 2013.

Le ragazze hanno tutte ottime credenziali e provengono dalle valli di Fiemme e Fassa – come richiesto dal regolamento – ma solo una di loro alla fine riceverà lo scettro di Soreghina, e per sapere quale bisognerà attendere domani sera.

Insieme al comitato Marcialonga parteciperanno alla serata e daranno il loro contributo il Comune e il Circolo Culturale Ricreativo di Panchià, la Magnifica Comunità di Fiemme, le ApT locali e il Gruppo ITAS Assicurazioni.

La giuria responsabile dell’ardua scelta sarà composta dal presidente Marcialonga, Angelo Corradini, il sindaco di Panchià Bruno Defrancesco, lo Scario della Magnifica Comunità di Fiemme Giuseppe Zorzi, il rappresentante di ITAS Assicurazioni Alan Barbolini, il presidente dell’APT della Val di Fiemme Renato Dellagiacoma ed il consigliere Davide Moser in rappresentanza dell’APT Val di Fassa, nonché  il campione plurimedagliato in Triathlon e Ironman Alessandro Degasperi.

La serata sarà animata dal Coro Rio Bianco di Panchià che proporrà alcuni canti di montagna dal suo repertorio e dal Mago Bambi che si destreggerà con giochi di prestigio e trucchi. La nuova Soreghina sarà incoronata con il gioiello della Magnifica Comunità e riceverà un assegno offerto da ITAS Assicurazioni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136