QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La Leonessa Corse ruggisce al Rally Coppa Valtellina: i risultati

giovedì, 28 settembre 2017

Albosaggia – Con due arrivi su tre partecipazioni si può dire che il bilancio tratto dalla Leonessa Corse dopo il 1° Rally Coppa Valtellina Nazionale sia buono (foto @Alquati).

FotoAlquati_RallyValtellina_Becchetti1Negli ottantatre difficilissimi chilometri disegnati sulle prove di Albosaggia, Mello, Berbenno-Mossini e Santa Cristina, il migliore della squadra bresciana è stato il duo formato ad Alessandro Vivenzi e Diego Agnesi che nell’occasione tornava a gareggiare dopo un anno di assenza. Saliti per la prima volta sulla Peugeot 106 della PR2 Sport, i due hanno impiegato qualche prova per riprendere il giusto ritmo gara e la sospensione delle due prove centrali non ha certo aiutato a trovare un risultato migliore. Ne è uscito un comunque valido settimo di classe N2 che è di buon auspicio per le prossime apparizioni che si spera, possano essere meno rade.

Chi invece arrivava da una pausa ben più lunga – circa sette anni- era Sergio De Cecco, capostipite di una famiglia dedita ai rally: il veterano driver bresciano è tornato a staccare la licenza mostrando lo stesso spirito sportivo di sempre e poco importa se non è arrivato alcun risultato eclatante come quelli a cui aveva abituato i tifosi durante il suo fervido periodo agonistico. Insieme a Vittorio Emanuele Ravasio, De Cecco senior ha ritrovato il divertimento e la grinta di un tempo. “Il problema è che ora mi è ritornata la voglia” ha detto sul palco d’arrivo il pilota della Leonessa.

Meno bene è andata ad Elio Becchetti e Maura Saetti che non sono riusciti a vedere il traguardo di Sondrio a causa del cedimento del semiasse nel corso della Ps Berbenno-Mossini 2; la sfortuna quest’anno li ha presi di mira: non c’è miglior cura per tornare subito a gareggiare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136