QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

La Fraglia Vela Riva in gran spolvero: i giovanissimi della classe Optimist vincono il trofeo Rizzotti a Venezia

martedì, 20 maggio 2014

Riva del Garda – Un avvio di stagione con il “botto” per la Fraglia Vela Riva, che soprattutto in queste ultime settimane ha dimostrato una volta di più di essere un circolo velico “multitasking”, impegnato su più fronti: quello organizzativo, quello didattico e quello agonistico, ottenendo in tutte queste realtà risultati eccellenti. Storica vittoria dei giovanissimi dell’Optimist alla regata internazionale a squadre Optimist “Trofeo Rizzotti” di Venezia: ha vinto il team “Garda” composto da 5 fragliotti. (Nella foto a lato).Riva di Fraglia Vela Optimist

Mentre in sede a Riva del Garda non si è fermata  l’organizzazione di regate nazionali e internazionali di altissimo livello, parallelamente proseguono una serie di attività, che promuovono la vela a 360°: primo tra tutti il progetto VELA-SCUOLA, che lo scorso anno ha visto proprio la Fraglia Vela Riva premiata come circolo della XIV Zona della Federazione Italiana Vela, con il maggior numero di studenti. Non sono mancate così le prime lezioni teoriche nelle scuole di Tenno e Cadine, che anticipano le uscite in acqua nelle prossime settimane. A livello organizzativo l’evento clou dei giorni scorsi è stato, dopo il Meeting Optimist e il Mondiale Byte, la Garda Trentino Olympic Week, evento organizzato dai circoli consorziati in Vela Garda Trentino, in cui la Fraglia Vela Riva è referente con Eurosaf (la Federazione Europea della Vela). Un evento che ha ospitato atleti e medaglie olimpiche, nonché giovani promesse con aspettative olimpiche, provenienti da 50 nazioni, organizzato insieme agli altri circoli dell’Alto Garda che nelle diverse sedi, hanno ospitato le 13 classi olimpiche e paralimpiche (M/F comprese). Una manifestazione che ha ricevuto i complimenti dalla stessa Eurosaf: l’organizzazione ha impegnato 12 giudici internazionali, 50 persone tra i soli ufficiali di regata e posaboe, 5 campi di regata diversi, 20 gommoni, 10 barche Comitato e tantissimi volontari: uno spiegamento di forze generato dalla convinzione che l’eccellenza della vela olimpica non può mancare sul’Alto Garda, così come la pensano oltre alla Fraglia Vela Riva, Lega Navale Italiana di Riva, Circolo Vela Arco, Circolo Surf Torbole e Fraglia Vela Malcesine, che hanno aderito al progetto Vela Garda Trentino, permettendo così di avere l’unico evento esistente in Italia, dedicato a tutte le classi olimpiche e paralimpiche.

“Ancor di più rispetto lo scorso anno l’organizzazione della Fraglia Vela Riva e degli altri circoli di Vela Garda Trentino, ha saputo rispondere alle esigenze dettate dagli atleti olimpici e dall’Eurosaf – ha commentato Marco Predieri presidente di Eurosaf -. Il secondo anno di vita dell’EUROSAF Champions Sailing Cup ha visto a due anni dalle Olimpiadi, un innalzamento del livello tecnico non indifferente. Per il prossimo anno c’è in programma di proporre eventi collaterali dalle caratteristiche molto innovative con discipline “high performance”. Le tappe dell’EUROSAF Champions Sailing Cup acquisteranno sempre più importanza, attribuendo ad ogni evento un punteggio di 100 punti, che nel sistema di ranking list ISAF è paritario ad un Campionato del Mondo o Continentale di una classe olimpica”. Mentre gli atleti olimpici si sono giocati il podio in una medal race dalle condizioni eccezionali, a Cervia ben 22 ragazzini dell’Optiimst hanno partecipato alla Spring Cup di Cervia, aggiudicandosi per la quinta volta il Trofeo vinto dal circolo con i migliori risultati ottenuti dai primi due cadetti e i primi due juniores.

Ma non è tutto: ultimo risultato a dire poco esaltante la vittoria al Trofeo Rizzotti, in cui 4 atleti fragliotti hanno partecipato come Team GARDA e hanno battuto le 20 squadre presenti, comprFraglia20ese le rappresentative ufficiali azzurre Italia 1 e Italia 2, e altre squadre statunitensi, slovene, greche, croate oltre a zonali italiane. Tommaso Salvetta, Guido Gallinaro, Alberto Tezza, Matteo Bedoni e Bolzonella oltre naturalmente al supercoach Mauro Berteotti hanno così conquistato a Venezia il gradino più alto in una delle più prestigiose regate a squadre del mondo, dimostrando oltre che una tecnica eccellente una conoscenza delle speciali regole che questo tipo di regate ha. Altra medaglia fragliotta grazie al secondo posto di “Italia 2″, con Andrea Spagnolli convocato in squadra nazionale.

Gli appuntamenti della squadra agonistica della Fraglia Vela Riva ora sono concentrati nell’ultima selezione nazionale Optimist prevista a fine mese a Follonica, in cui saranno decise le squadre nazionali per la partecipazione ad Europei e Mondiali di Classe oltre che nella selezione finale della classe Byte, per l’unico posto riservato all’Italia all’Olimpiadi Giovanili di Nanchino. Vittorio Gallinaro, che ha selezionato la nazione al mondiale di Riva, si giocherà ogni chance dal 23 al 26 maggio a Loano, in occasione dei Campionati Europei Byte.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136