QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

La 99esima edizione del Giro d’Italia in compagnia della Polizia Stradale

sabato, 14 maggio 2016

Trento – La scorta dei motociclisti della Polizia Stradale per garantire la sicurezza della gara viaggerà insieme al Pullman Azzurro della Polizia di Stato per le attività di educazione stradale rivolte ai più piccoli. In 6 tappe del Giro, Autostrade per l’Italia premierà i poliziotti della Stradale che si sono distinti in attività di soccorso.polizia stato giro

È partita la 99ª edizione del Giro d’Italia – scortato dalla Polizia Stradale sin dal 1946. Il Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Andrea Lefano è al comando della scorta composta da 40 operatori di cui 26 motociclisti, 12 operatori in auto e 2 operatori a bordo di un’officina meccanica mobile.

Per garantire la sicurezza del Giro verranno percorsi da ogni componente della scorta oltre 3.500 km, ed oltre 4000 saranno le ore di lavoro richieste agli operatori della Polizia Stradale per assicurare il regolare svolgimento della competizione.

Al seguito del Giro anche il Pullman Azzurro della Polizia di Stato, l’aula scolastica multimediale itinerante per la sicurezza stradale, con uno staff di 9 operatori diretti dal Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Eugenia Sepe.

Le attività del Pullman Azzurro in occasione del Giro d’Italia si inseriscono nell’ambito del progetto Biciscuola promosso da Rcs – La Gazzetta dello Sport e rivolto ai bambini delle scuole primarie di tutta Italia.

Sabato 21 maggio il Giro entra in Trentino Alto Adige con la tappa Farra d’Alpago (BL) – Corvara (BZ) che vede le Dolomiti protagoniste con 6 Gran Premi della Montagna, Passo Pordoi, Passo Sella, Passo Gardena, Passo Campolongo, Passo Giau ed infine Passo Falzarego e Passo Valparola per poi affrontare a La Villa il Muro del Gatto (360 metri con pendenze dal 13% al 19%) per poi giungere sul traguardo di Corvara. Domenica 22 maggio, tappa bolzanina, con la cronometro individuale in salita di 10,8 km da Castelrotto ad Alpe di Siusi.

Martedì 24, dopo una giornata di riposo, il giro approda in provincia di Trento. Con partenza da Bressanone ed arrivo ad Andalo (l’ultima volta nel 1973 con arrivo nella cittadina trentina) la tappa seppur breve è caratterizzata da lunghe salite e discese, del Passo della Mendola e di Fai della Paganella.

Mercoledì 25 con la tappa Molveno – Cassano D’Adda (MI), il Giro dopo aver attraversato l’abitato di Lodrone, nella Valle del Chiese, abbandona il Trentino verso il Bresciano.

Da ricordare in cinque tappe – precisamente a Ponte (Benevento) del 12 maggio, Firenze del 16 maggio, Modena del 18 maggio, Alpago (Belluno) del 21 maggio e Muggiò (Monza Brianza) del 26 maggio – nell’ambito della 5a edizione del Premio “Eroi della Sicurezza”, dedicato agli appartenenti alla Polizia Stradale che ogni giorno lavorano per garantire la massima sicurezza sulle strade, Autostrade per l’Italia premierà i poliziotti della Stradale che si sono distinti in attività di soccorso legate ai compiti d’istituto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136