Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Klimahouse Connect: i messaggi dal webinar su casa e salubrità indoor

mercoledì, 10 giugno 2020

Bolzano (A. Pa.) – Primo appuntamento di Klimahouse Connect, promosso da Fiera Bolzano in collaborazione con futuro tre H (Home, Health & Hi-Tech), sui temi della casa e della salubrità indoor in una nuova prospettiva post Covid-19. Il seminario, in videoconferenza con esperti, medici, tecnici dell’edilizia, architetti e giornalisti, ha affrontato come costruire e ristrutturare edifici in cui si possa vivere sicuri, sotto tutti gli aspetti, compresa la salute.

Thomas Mur - Fiera BolzanoKlimahouse Connects propone quattro webinar. Ieri, in apertura del primo webinar, il direttore di Fiera Bolzano, Thomas Mur, ha spiegato: “Questo evento digitale di Klimahouse avvia un approfondimento sul comfort abitativo e l’emergenza di questi ultimi mesi ci ha portato a riflettere e ripensare a un nuovo modello di casa” (nelle foto in sequenza Thomas Mur, Maria Chiara Voci, Maurizio Grandi, Filippo Caggiano e Stefano Capolongo).

Successivamente i moderatori dell’evento Maria Chiara Voci, giornalista, autore de Il Sole 24 Ore e fondatore del progetto “HHH” e Andrea Dell’Orto, coordinatore tecnico di “HHH”, hanno illustrato il filo conduttore e i relatori del primo webinar: il professor Maurizio Grandi, specialista in Oncologia e Immunoematologia e docente all’Università Sorbona di Parigi; il professore e architetto Stefano Capolongo, direttore del Dipartimento di Architettura, Ambiente Costruito e Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano e l’architetto Filippo Caggiano, professionista, consulente, energetico CasaClima e fondatore di Sanambiens.

Maria Chiara VociMaria Chiara Voci e Andrea Dell’Orto hanno poi svelato il progetto delle tre H, in particolare Home-la casa: residenza abitativa, uffici, scuole, ospedali, immobili produttivi, edifici pubblici di culto e storici dove trascorriamo il 90% del nostro tempo e quindi  spesso si creano problemi di cui ignoriamo l’esistenza; Health-la salute: infermieri, personale sanitario, farmacisti e psicologi, medici ambientali di base e specializzati (cardiologi, pneumologi, allergologi e geriatri), HI-Tech-la tecnologia: ciò che può aiutare a risolvere il problema dell’insalubrità nei luoghi di vita, soluzioni hi-tech, riscoperta di metodi e pratiche naturali, benessere psicologico.

Professor GrandiIl professor Maurizio Grandi ha posto l’accento sulle 450 sostanze nocive e la crescita esponenziale di sostanze chimiche degli ultimi decenni con patologie sulle persone e un quesito è stato posto sugli elementi che diventano all’interno delle abitazioni. In quest’ottica sono stati illustrati dall’architetto Filippo Caggiano i materiali naturali e le ricerche avviate negli ultimi anni per migliorarne la qualità e la sicurezza.

Il professor Stefano Capolongo si è soffermato sui rischi cancerogeni del random, sulle attività scientifiche e la ricerca di 100 nuovi materiali, meno pericolosi per la salute all’interno delle case. Durante il webinar è stato lanciato un sondaggio sul progetto salubre delle case e il 54% dichiara di voler capire il progetto e il 40% di utilizzare materiali sicuri.

Filippo CaggianoDa tre lustri Fiera Bolzano ha lanciato il progetto casa sicure e come ha evidenziato il direttore di Fiera Bolzano, Thomas Mur, “grazie ad esperienze e contributi diversi, tra cui di esperti anche di Paesi europei, ad esempio da Germania e Scandinavia, abbiamo posto le basi per un futuro migliore nella costruzione delle abitazioni”.

E i tre relatori hanno confermato che nell’emergenza sanitaria, l’uomo e i suoi bisogni, anche clinici, devono essere messi al centro di una nuova cultura del costruire.

Professor Stefano Capolongo

Il messaggio finale: “E’ necessaria un’evoluzione del modo di costruire che preveda lo scambio diretto fra professionalità, generando al tempo stesso maggiore consapevolezza sul tema e innescando la collaborazione necessaria fra progettisti e medici, al fine di realizzare ambienti salubri per chi li abita, oltre che confortevoli”. Il prossimo webinar di Klimahouse Connects è in calendario il 18 giugno.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136