QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

DiVinNosiola: in Valle dei Laghi una Pasqua diversa fra turbine e tradizioni vitivinicole locali

domenica, 27 marzo 2016

Valle dei Laghi – Sono state tante le persone che oggi hanno scelto di festeggiare la Pasqua all’insegna della tradizione, partecipando al tour organizzato nella Centrale idroelettrica di Santa Massenza per scoprire questo straordinario manufatto, unico in Europa, e nel contempo i segreti che si celano dietro alla coltivazione delle autoctone uve Nosiola e alla loro trasformazione in vini e grappe di pregio.divin nosiola

I numerosi visitatori, divisi in due gruppi, sono stati accompagnati nel cuore della montagna dagli attori della compagnia Koiné, che li hanno dapprima guidati in un gioco volto ad abbinare correttamente vini e zone geografiche della Valle dei Laghi, svoltosi nella Sala Valvole, poi, nella Sala Macchine, in un racconto dettagliato delle varie fasi di maturazione e lavorazione delle uve, destinate a dare vita al decantato Vino Santo.

Dopo essersi di tuffarsi nella vista alla Centrale i partecipanti hanno infine potuto degustare, guidati dai produttori, i vini presenti alla Mostra di Palazzo Roccabruna e a quella dell’Hosteria Toblino, accompagnati da pagnotte realizzate dal Panificio Tecchiolli di Cavedine con farine macinate direttamente nel proprio molino.

L’iniziativa organizzata alla Centrale verrà riproposta domani, la Mostra a Trento è invece visitabile durante gli orari di apertura di Palazzo Roccabruna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136