QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il testo unico vite e vino arriva al Senato. Panizza (Patt): “Un documento innovativo”

venerdì, 11 novembre 2016

Trento – Il testo unico vite e vino al Senato. Franco Panizza (Patt): ”La prossima settimana il testo unico sulla vite e sul vino arriverà in aula”.

“In Commissione Agricoltura – spiega Franco Panizza (al centro nella foto accanto) - stiamo procedendo velocemente per giungere quanto prima all’approvazione definitiva di un provvedimento molto atteso da tutto il mondo del vino. Ieri abbiamo approvato una serie di ordini del giorno con cui si impegna il Governo ad affrontare alcuni aspetti, già a partire dai decreti attuativi”.

Senato“È il caso di un mio ordine del giorno, presentato assieme alla correlatrice Pignedoli, per la tutela della competitività regionale nella nuova disciplina per l’assegnazione delle autorizzazioni per i nuovi impianti vitivinicoli – aggiunge il senatore trentino -. Il documento approvato impegna il governo a tener conto delle diverse situazioni territoriali, a favorire le aziende in grado di garantire produzioni qualitativamente in linea con le richieste del mercato, a tutelare i piccoli e medi imprenditori, a promuovere il ricambio generazionale e la viticoltura sostenibile praticata nelle aree maggiormente vocate per la produzione a denominazione controllata”.

Gli altri punti riguardano: salvaguardia dei paesaggi rurali storici, valorizzazione e promozione delle coltivazioni viticole di montagna. La richiesta al Governo è di promuovere, sostenere e valorizzare i vigneti autoctoni, soprattutto quando dislocati in situazioni “eroiche” e caratterizzate dai terrazzamenti con muretti a secco. Il tutto incentivando e rafforzando le sinergie sul terreno delle fattorie didattiche e delle aziende agrituristiche. Il legame dell’agricoltura con il turismo deve essere sempre più forte per valorizzare appieno l’appeal di un territorio e i tratti identitari per la crescita di un turismo esperienziale.

Il terzo è quello sulla Governance dei consorzi di tutela e valorizzazione che raccoglie alcune sollecitazioni della Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti, al fine di garantire la partecipazione e quindi la condivisione sulle decisioni che riguardano il settore da parte di tutti gli operatori della filiera, anche di quelli non associati a cooperative ma che coi loro marchi di alta qualità contribuiscono all’immagine del settore.

Tra gli altri ordini del giorno approvati, ve ne è anche uno, sempre segnalato dal settore, relativo alla semplificazione burocratica di un settore composto in maggioranza da piccole imprese, come quello del settore degli zuccherifici.

“Questi ordini del giorno – insiste Panizza – sono anche il frutto del confronto serrato che in queste settimane abbiamo avuto con molti dei soggetti interessati dal provvedimento, confronto che abbiamo avuto in sede nazionale ma anche personalmente in Trentino. Da parte di tutti è emersa la richiesta di una rapida approvazione di un provvedimento che ha avuto un lungo ma proficuo tempo di gestazione alla Camera”.

“Per questo sono contento – conclude il senatore trentino – della velocità che con la collega Pignedoli siamo riusciti a dare ai lavori in commissione, grazie anche a un paziente lavoro di mediazione politica. L’obiettivo deve essere quello di andare quanto prima all’approvazione definitiva di un testo davvero corposo e importante, che mette ordine nel settore e introduce importanti novità per renderlo più garantito dal punto di vista della qualità e più competitivo sui mercati internazionali”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136