QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Team Futura lascia il segno alla Marcialonga piazzando dodici atleti fra i primi duecento

martedì, 27 gennaio 2015

Val di Fiemme – Bilancio positivo per il Team Futura alla Marcialonga di Fiemme e Fassa, classicissima delle granfondo con le sue 42 edizioni, andata in scena domenica sulla distanza di 57 km, con partenza da Mazzin e arrivo a Cavalese e oltre 7000 concorrenti al via.

La squadra del presidente Bernardo Trabalzini ha piazzato sei propri atleti nella “top 100” ed altrettanti entro le prime 200 posizioni, mentre nella gara femminile è arrivato un decimo e un dodicesimo posto. Nella gara maschile, sempre tosta e dura da affrontare, il migliore è stato il 23enne atleta di casa Riccardo Mich, che ha chiuso la propria prova in 43esima posizione (tempo 2h11’06”), staccato di meno di sei minuti dal vincitore, il forte norvegese Tord Asle Gjerdalen, e di meno di quattro minuti dal primo degli italiani, il pluridecorato Giorgio Di Centa.

Di indubbio spessore, poi, anche la prova offerta da Bruno Carrara e Reinhart Kargruber che, nonostante i non troppi chilo metri nelle gambe, hanno tagliato il traguardo rispettivamente in 56esima posizione (in 2h15’13”) e 70esima posizione (2h17’35”). Gli altri due classificati nella “top 100” sono gli altri due fiemmesi classe 1991 e 1990 Simone Bosin (75esimo) e Marino Vanzo (82esimo), due giovani che lasciano ben sperare per il prossimo futuro e per il meritato ricambio generazionale del team. In quest’ottica, sono da valutare più che positivamente anche il ’93 Mathias Defrancesco (149esimo) e il ’91 Federico Ventura (156esimo), seguiti da altri due classe 1990, Andrea Colamarino (177esimo) e Stefano Mich (187esimo), preceduto di poco in 171esima posizione dal “grande vecchio” Marco Crestani, ancora debilitato dall’influenza.

Appena fuori dai 200, interessante sfida in famiglia tra il pluridecorato dello skiroll Alessio Berlanda e il padre Silvano, classificatisi rispettivamente al 209esimo e 211esimo posto, distanziati di solo 12 secondi . Seguono, appena a ridosso, il rendenese Massimo Valerio (216esimo) e Paolo Sembenini (220esimo), con altri otto atleti del team tra i primi 500, a completare l’ottima prova di squadra.

Al femminile, invece, il Team Futura Classic ha piazzato due proprie atlete a ridosso della top ten, con la estone Tatjana Mannima 12esima e la russa Tatjana Jambaeva 15esima, non del tutto soddisfatte della propria prestazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136