QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Generale Errico ha inaugurato i Campionati sciistici delle Truppe Alpine 2016

lunedì, 25 gennaio 2016

Sestriere – E’ stato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico, a dare il via ai 68° Campionati Sciistici delle Truppe Alpine.CMCS Paolo MASSARDI

Sono 16 le bandiere che da questo pomeriggio sventolano nella piazza di Sestriere e sui diversi campi di gara dei Comuni della Via Lattea che ospitano l’importante manifestazione sportivo-militare, nata nel 1931 con lo scopo di valutare il livello di addestramento raggiunto dai reparti Alpini e diventata ormai un irrinunciabile momento di incontro e confronto a livello internazionale tra soldati che operano nel difficile ambiente naturale montano.

Il Generale Errico, nel corso del discorso di apertura ha affermato: “Queste maestose vette, teatro in passato di epiche imprese militari e palcoscenico sul quale – nel 2006 – i più forti atleti del mondo si contesero gli allori olimpici, sono oggi l’arena bianca di questa edizione dei campionati sciistici che non costituiscono un semplice evento sportivo, ma rappresentano anche un importante momento di confronto per quanto attiene a capacità indispensabili per operare in un contesto ambientale particolarmente impegnativo“.Cerimonia_apertura_022

Ad accendere il braciere nella piazza principale del paese è stato la Medaglia d’Argento al Valor Civile Ferdinando Giannini, Alpino che l’8 novembre del 2002 si fermò sull’autostrada A14 per soccorrere due persone ferite in un incidente e fu a sua volta travolto da un mezzo pesante perdendo una gamba. Un gesto speciale, a rimarcare come le Forze Armate siano molto attente al delicato settore sportivo paralimpico, che tocca da vicino anche il proprio personale che, operando in Patria o al di fuori dei confini nazionali, ha contratto lesioni o malattie invalidanti e permanenti nell’adempimento del proprio dovere. Attraverso la pratica dello sport, gli atleti paralimpici si allenano per vincere non una semplice sfida sportiva ma quella più importante contro un destino avverso che ha provato a fermarli.

Le rappresentative di Italia, Austria, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Francia, Germania, Macedonia/FYROM, Oman, Polonia, Regno Unito, Romania, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera ed Ungheria si sfideranno da questa sera (team sprint di fondo) in un’intensa settimana di gare nelle varie discipline sportive invernali, nel tentativo di aggiudicarsi, venerdì 29 gennaio, i trofei in palio.truppe alpine Cerimonia_apertura_029

IL PROGRAMMA DI DOMANI
Già domattina prenderà il via la sfida tra i plotoni, quest’anno ben 26 in gara, si assegnerà il titolo di Campione italiano dell’Esercito nel biathlon e si disputerà lo Slalom Gigante valido per l’assegnazione del Trofeo dell’Amicizia/CISM. Alle 11 verranno resi gli onori ai Caduti presso il monumento di Cesana, mentre alle 21 la Fanfara della Brigata Taurinense, accompagnata dalle coriste dell’Istituto pareggiato Valle d’Aosta, si esibirà in un concerto al cinema di Sestriere (ingresso libero fino ad esaurimento posti) che sarà trasmesso anche in diretta streaming sui siti www.esercito.difesa.it e www.ana.it.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136