QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Idee Sposi 2016, successo dell’evento a Trento Fiere

lunedì, 18 gennaio 2016

Trento – Grande successo dell’edizione 2016 di Idee Sposi, la manifestazione dedicata al matrimonio che si è svolta a Trento Fiere nel fine settimana.

La situazione di mercato è notevolmente mutata negli ultimi anni. L’abitudine di convivere prima di passare al matrimonio vero e proprio ha praticamente cancellato la lista nozze che veniva presentata nei migliori negozi di prodotti per la casa.idea sposi

La lista di nozze oggi viene aperta presso le agenzie di viaggio. Il regalo diventa così una somma di denaro che gli amici versano all’agenzia secondo le proprie disponibilità, consentendo ai novelli sposi di effettuare un viaggio che ricorderanno per tutta la vita.

E infatti le agenzie viaggio presenti in fiera sono aumentate notevolmente. Le mete preferite sono i paesi dei mari caldi come i Caraibi, o i più lontani come Australia e Hawaii, ma anche gli Stati Uniti.

«In qualche caso – ci ha spiegato l’agenzia Bolgia – abbiamo restituito fondi agli sposi perché avevano incassato più del necessario.»

Ovviamente gli espositori di abbigliamento da cerimonia sono i più diffusi in fiera. La spesa non è cosa da poco, perché un abito da sposa costa almeno 1.500 euro.
In questo caso non sono poche le aziende provenienti anche dalle province vicine, Bolzano, Vicenza, Verona, ma i nomi più blasonati del Trentino non mancano mai.
Anche i gioiellieri rappresentano un settore che non tramonta.

Quantomeno le fedi debbono essere acquistate e anche in questo caso l’eleganza dei vari gioiellieri fa la differenza. Altra voce di spesa, forse la maggiore, è rappresentata dal pranzo di nozze. Se si pensa che gli invitati sono mediamente un centinaio e che il costo medio è di 100 euro, si fa presto a fare i conti.

Il Trentino offre location eccezionali, che vanno dai castelli alle ville nobiliari, dagli alberghi di lusso ai parchi attrezzati.

I servizi fotografici sono rimasti tra le priorità degli sposi, sempre con immagini stampate su carta e confezionate in album. Però viene sempre consegnato anche il Cd-rom, così che si possano vedere a monitor o nel televisore.
Anche le organizzazioni matrimoniali stanno prendendo piede.

Cioè i consulenti che si prendono la responsabilità di organizzare il tutto restando entro il budget messo a disposizione dagli sposi.
Pensano agli inviti, ai rinfreschi, alle bomboniere, alla limousine (ce n’erano due in fiera) alle liste da depositare presso le agenzie di viaggio.
Qualcuno ha pensato anche di organizzare i vari addii al celibato e, va da sé, al nubilato. Si occupano di far divertire i nubendi facendogli provare sensazioni che difficilmente potranno provare una volta parte di una famiglia.

L’A.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136