QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

I trentini Nicola Liviero e Marilù Poluzzi primattori al Trentino Rookie Fest in Bondone

domenica, 6 marzo 2016

Monte Bondone – La quinta edizione del Trentino Rookie Fest si è conclusa con una fantastica giornata di gara con 62 giovani snowboarder pronti a dare il loro meglio. Venerdi mattina infatti cielo terso e sole splendente hanno dato infatti il benvenuto alle giovani promesse dello snowboard mondiale sul Monte Bondone, Trento.trentino rookie fest

Sul tracciato slopestyle messo a disposizione dagli shaper del Monte Bondone Snowpark, che comprendeva una serie di rail, due kicker e un wall-piramide, 48 ragazzi e 14 ragazze hanno potuto dimostrare il loro talento in tre run.

In particolar modo sono giunte due vittorie trentine, per merito di Nicola Liviero e Marilù Poluzzi. Nella categoria Rookie maschile vince l’alfiere dello Snowboard Club Madonna di Campiglio Nicola Liviero che guadagna il punteggio più alto grazie a una run formata da un Switch-front blunt 270 out dal primo rail, Cab 180 in 360 out dal secondo, Frontside720 tailgrab, Backside900 mute grab e frontside rock’n’roll sul wall finale.

Nicola si è imposto davanti ad altri due italiani, Sebastian Springeth Loris Framarin, per un podio interamente italiano. Vincitrice nella categoria Rookie femminile è invece la francese Chloé Silliers con la sua run formata da un boardslide to frontside board, Backside540 tailgrab, Cab540 tailgrab, indy air sopra il wall. Secondo posto per la finlandese Emmi Parkkisenniemi, terza un’altra francese, Lucie Silvestre. Dall’Olanda Rakim Foy si è guadagnato la prima posizione nella categoria Grom Boys con una run formata da Cab 270 in, Frontside blunt 270 out, Switch Backside540 mute, Backside720 mute, Frontside 360 sopra il wall. Joey Van De Noort (NED) e Gabriel Adam (GBR) lo hanno seguito rispettivamente in seconda e terza posizione.

Sul fronte femminile, l’altra campigliana d’adozione Marilù Poluzzi ha impressionato grazie al suo stile nonostante la sua giovane età. Dietro di lei le due francesi, Margaux Herpin e Molly Philips.

Buone le prestazioni poi di Gianluigi Vecchini, pure lui tesserato per lo Snowboard Club Madonna di Campiglio, che ha chiuso al decimo posto nella categoria grom boy, mentre la fassana Margherita Meneghetti si è piazzata al quinto posto nella categoria Rookie Girl.

Un grande successo organizzativo per l’evento che è andato in scena anche grazie alla preziosa collaborazione dell’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e in particolar modo per la sensibilità della sua direttrice Elda Verones, sempre attenta agli eventi sportivi come vettori del territorio turistico.

Quarto posto poi per Ginevra Zulian dello Ski Team Fassa sempre nella grom girls, con la compagna di squadra Martina Poschiavin sesta. Oltre  a Vecchini nella grom men sono giunti il 14esimo posto di Francesco Vanzetta della Dolomitica, quindi Ludovico Dezulian è 17esimo, Giovanbattista Zulian 20esimo, Lorenzo Dezulian 21esimo, seguito da Daniele Calligari, Angelo Endrich, Martin Fosco e Diego Pedergnana. Fra i protagonisti della competizione anche Marco Kreschhackl, pure lui del sodalizio campigliano, che ha chiuso la sua prestazione al settimo posto nella categoria rookie men.

I primi tre classificati delle quattro categorie saranno ammessi di diritto alla finalissima (Volkl World Rookie Finals), in programma a Ischgl, in Austria.Subito dopo il contest slopestyle, i ragazzi hanno trascorso il pomeriggio a Trento, città ricca di storia e cultura, visitando il Castello del Buonconsiglio, il Duomo con la sua spettacolare piazza, e la fontana del Nettuno.

La gara al Trentino Rookie Fest è solo un pretesto per fare amicizia e vivere un’esperienza di vita unica. Giovedi sera infatti i ragazzi si sono divertiti grazie alla notturna in park, durante la quale è stato organizzato il sempre apprezzato Cash For Trick Night Rail jam session. Per ogni trick chiuso i Rookie guadagnavano 5€! Sabato mattina invece una guida alpina professionista ha spiegato loro le basi della sicurezza in freeride grazie a uno speciale Arva Camp su come utilizzare al meglio il kit di ricerca, pala e sonda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136