QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Hochey ghiaccio: le sfide odierne e la caccia a Vipiteno e Fassa in testa ai Playoff Round

domenica, 28 dicembre 2014

Vipiteno - Terza giornata della seconda fase: si continua a giocare su ritmi serrati come solitamente accade nel periodo natalizio per l’hockey su ghiaccio italiano. Oggi si inizierà sulle piste di Vipiteno (ore 18) e Milano (ore 18.30). I Broncos ospiteranno un Fassa rinvigorito dal successo casalingo contro il Caldaro al termine di una partita che i ladini sono riusciti a vincere dopo aver chiuso il secondo periodo sotto per 4-1. Il Vipiteno dal canto suo ha giocato un match a viso aperto contro l’Appiano, uscendo sconfitto da una partita ricca di gol ed emozioni per il pubblico presente sugli spalti.

Il Vipiteno cercherà di tornare alla vittoria per mantenere la leadership della classifica del Playoff Round. Puurula, a cui è stato concesso un turno di riposo, dovrebbe tornare a difendere la porta dei Broncos mentre è in forse Sottsas che lamenta una botta alla spalla presa ad Apphockeyiano. Il Fassa, trascinato da Vidgren e Bjork, cercherà di trovare quell’energia che ha sprigionato nel terzo tempo contro il Caldaro e che potrebbe aver dato ai fassani quella scossa giusta per continuare bene.

Il Milano, reduce dalla sconfitta di misura di Asiago, sfiderà il Gherdeina per cercare di centrare il primo successo in questa seconda fase che ha visto la squadra di coach Curcio sconfitta nelle prime due uscite in trasferta contro Val Pusteria e Asiago. I gardenesi hanno ben figurato in quel di Torre Pellice lottando per tre periodi nonostante la maggior qualità dell’attacco dei Bulldogs. Il Milano deve fare i conti con alcune assenze importanti tra cui si segnala quella di David Vallorani che soffre per un colpo alla testa rimediato a Brunico ma dovrebbe ritrovare il fondamentale apporto di Nicola Fontanive. Le Furie Rosse lamentano ancora l’assenza di Nigro che dopo la carica ricevuta a Brunico non tornerà prima dell’anno nuovo.

La capolista Asiago giocherà nuovamente sulla pista di casa contro un Renon che ha centrato un successo importante battendo di misura il Val Pusteria. Borrelli e compagni sembrano in grande forma dopo i due successi in questo Master Round, ma i Campioni d’Italia stanno crescendo e sono un cliente molto delicato con cui confrontarsi. Nonostante le assenze certe dello squalificato Ansoldi, e degli infortunati Tauferer e Scelfo, il Renon cercherà di mantenere il buon trend ottenuto in questi mesi in trasferta quando ha sempre fatto meglio che alla Arena Ritten. Da segnalare che prima della gara sarà ritirata la maglia di n°27 Lucio Topatigh che prima di Natale ha ricevuto un riconoscimento alla sua carriera, sia per quanto fatto con la Nazionale italiana che a livello di club, da parte della Hall of Fame della IIHF. Questa è la seconda maglia dell’Asiago che viene ritirata dopo quella N° 5 di Darcy Robinson.

Il Caldaro, dopo il sanguinoso ko rimediato ad Alba di Canazei, tornerà sul ghiaccio di casa per sfidare un Egna galvanizzato dal successo casalingo rimediato contro il Cortina, dando a questo confronto un sapore totalmente diverso rispetto a qualche settimana fa. Le Wild Goose stanno crescendo grazie ai nuovi rinforzi ed alla ritrovata unità di squadra. Il Caldaro ha gettato al vento la possibilità di riaprire il discorso del quinto posto che ora dista dai Lucci ben 10 punti. La squadra, ultima nella classifica del Playoff Round, dovrà rinunciare al derby contro l’Egna anche Berry che ha preso una giornata di squalifica dopo i 10’ disciplinari presi al termine della gara contro il Fassa. Si ricorda che Berry, prima di arrivare al Caldaro, ha iniziato la stagione con le Wild Goose.

Il Val Pusteria ospiterà a Brunico un Valpellice che sta girando a mille, forte di un attacco che produce tanto e riesce anche a dare una mano al reparto difensivo quando propone le terze linee. Confronto quindi apertissimo per il risultato. I due precedenti stagionali parlano di due successi del Brunico che dopo il passo falso di Collalbo non vuole perdere terreno nei confronti della capolista Asiago. Il Valpellice, invece, cerca quella prova di maturità che potrebbe dare ulteriore spinta alla positiva annata dei piemontesi.

A Cortina sarà di scena l’Appiano che potrebbe cercare il colpaccio contro una squadra che non ha ancora trovato una dimensione che possa portare equilibrio e quella continuità di rendimento necessaria per confermarsi senza ombra di dubbio alla guida del Playoff Round. I Pirati, dal canto loro, sono solo a tre punti dalla coppia di testa, Vipiteno e Cortina, del Playoff Round e con il ritorno di Vallerand, tre gol contro il Vipiteno nell’ultimo turno, stanno ritrovando la forma migliore.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136