QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ha aperto i battenti la 72ª Mostra dell’Agricoltura di Trento

sabato, 17 marzo 2018

Trento – Si è aperta ufficialmente oggi la 72ª «Mostra dell’Agricoltura», che per due giornate, ovvero oggi e domani, anima i padiglioni allestiti a Trento Expo, dalle ore 8 alle 19. Già in mattinata i primi visitatori hanno affollato il quartiere fieristico, che alle 11,30 ha ospitato la cerimonia ufficiale d’inaugurazione, alla quale hanno preso parte i rappresentanti di tutte le realtà che hanno lavorato in sinergia con l’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi per rilanciare la storica manifestazione, quest’anno arricchita dal felice abbinamento con la 20ª edizione de «La Casolara», la vetrina delle eccellenze casearie trentine e dell’arco alpino (foto di Raffaele Merler).

festa«La Mostra dell’Agricoltura è la prima manifestazione organizzata direttamente dalla nostra APT nel padiglione di Trento Expo. – ha detto il presidente dell’azienda per il turismo Franco Aldo Bertagnolli – Una vetrina importante per il mondo dell’agricoltura e dell’allevamento, protagonisti di questo evento fin dalla sua nascita, nel 1947. In questa cornice abbiamo deciso di inserire anche La Casolara, che rappresenta un valore aggiunto per la Mostra».

L’elenco degli espositori è assai vario, così come lo sono le possibilità offerte ai visitatori, che possono osservare da vicino mucche, cavalli, capre, pecore, maiali e galline all’interno del polo zootecnico, partecipare alle degustazioni e apprendere informazioni da esperti di settore sugli alimenti consumati e sui temi trattati nell’area «Prodotti e territori», senza dimenticare lo spazio dedicato alla casa denominato «Domo 2018», una fiera dedicata all’edilizia, al risparmio energetico e alle nuove tecnologie.

«Il nostro lavoro è iniziato il primo gennaio. – ha aggiunto la direttrice dell’Apt Elda Verones – Abbiamo raccolto questa importante sfida con entusiasmo, condiviso con le tante realtà e istituzioni, che, ciascuna a modo proprio, ha offerto spunti preziosi per costruire il programma di questa edizione. Un lavoro di squadra che è stato premiato dalla presenza di sedici nuovi espositori, alla loro prima esperienza alla Mostra dell’Agricoltura».

Come sottolineato dalla direttrice, l’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha infatti trovato il pieno appoggio dell’Assessorato all’agricoltura e turismo della Provincia, della Camera di Commercio, di Trentino Marketing, delle Casse Rurali Trentine, della Fondazione Mach, della Federazione Allevatori, del Servizio Conservazione della Natura e Valorizzazione Ambientale della stessa Provincia Autonoma.

«Il Trentino deve essere orgoglioso dei propri prodotti – ha commentato l’Assessore provinciale all’agricoltura, foreste, turismo e promozione Michele Dallapiccola –, capace di guardare lontano e di fidelizzare i propri ospiti. È importante avere coscienza del valore che rivestono le pietanze che portiamo quotidianamente sulle nostre tavole, consapevoli del fatto che quando facciamo la spesa compiamo scelte precise che hanno delle ricadute: comperare prodotti con marchio Trentino fa bene alla nostra economia, ai suoi contadini, e ci deve rendere orgogliosi del nostro carrello».

L’agricoltura e i suoi prodotti sono elemento trainante anche per il turismo trentino, come sottolineato durante la cerimonia d’inaugurazione dall’amministratore unico di Trentino Marketing Maurizio Rossini. «L’immagine del Trentino passa anche dai suoi prodotti, come vino, formaggi, mele, che ci permettono di far conoscere il nostro territorio nel mondo. – ha commentato – Aiutare questo comparto significa aiutare a crescere l’immagine e il turismo del Trentino».

«Qui parliamo di un Trentino che si alza al mattino e lavora in silenzio. – ha detto l’Assessore all’agricoltura, artigianato e commercio del Comune di Trento Roberto Stanchina – Alla Mostra dell’Agricoltura si celebra la nostra storia e la nostra terra, riconosciuta per la qualità che è in grado di offrire».

A loro hanno fatto eco le voci delle altre realtà che hanno contribuito all’organizzazione della Mostra, quella di Gianni Bort, presidente della Camera di Commercio, di Andrea Segrè, presidente della Fondazione Mach, e di Mauro Fezzi, presidente Federazione Provinciale Allevatori, i cui interventi hanno preceduto la consegna del “premio fedeltà” alla famiglia Zanotti, presente con il proprio stand alla Mostra dell’Agricoltura fin dalla sua prima edizione, datata 1947.

Al termine della cerimonia, il polo zootecnico curato dalla Federazione Provinciale Allevatori, che in questa circostanza viene affiancata dagli studenti della Fondazione Mach nei panni di ciceroni, ha ospitato la premiazione del concorso organizzato nell’ambito della «Mostra regionale del coniglio riproduttore». L’altoatesino Dominik Kienzl ha ricevuto il titolo di campione assoluto con il suo “nano colorato”, mentre nella categoria “giovani esemplari” il primo premio è andato alla lepre di Fabio Albasini di Dimaro. Nelle cinque categorie “esemplari adulti”, invece, sono stati premiati l’”ariete nano” di Rosanna Cavallari di Dimaro, la “rossa di Nuova Zelanda” del noneso Massimo Paternoster, l’”Argentina grande” dell’altoatesino Karl Mayr, la “cincillà grande” del rendenese Ivo Collini e la “fulva di Borgogna” di Erich Fill.

Molto frequentata anche l’area denominata “Prodotti e Territori”, nella quale vengono cucinate e servite pietanze, seguendo uno sfizioso programma che si dipana sull’intera giornata e che valorizza le produzioni locali e quelle della regione Campania, ospite di questa edizione de “La Casolara”. Prima di ogni degustazione un esperto spiega nel dettaglio che cosa si mangerà e quali peculiarità caratterizzano il piatto. Molto apprezzato, infine, l’allestimento floreale dello stand dell’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, curato dal Servizio parchi e giardini del Comune di Trento.

La Mostra sarà aperta anche nella giornata di domani, sempre dalle ore 8 alle 19. Il biglietto di ingresso ha un costo di 2,50 euro, i bambini under 12 entrano gratuitamente.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136