QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giro d’Italia: Quintana epico in Val Martello, conquista tappa e maglia tra la neve e le polemiche

martedì, 27 maggio 2014

Val Martello – Nairo Quintana conquista la 16esima tappa del Giro d’Italia. Il colombiano s’impone nella frazione che da Ponte di Legno portava in Val Martello attraverso il Passo Gavia e il Passo dello Stelvio mettendo il proprio sigillo nella Corsa Rosa e proponendosi come favorito alla conquista del Giro 2014.

IL PASSAGGIO SUL GAVIA giro italia movistar

Qualche dubbio all’inizio sulla disputa della gara, poi i corridori hanno dato vita a una vera e propria giornata epica tra neve, diluvi e bufere. Ritmo indiavolato fin dal Passo Gavia, prima ascesa di giornata. Non mancano gli appassionati, che hanno sfidato freddo e maltempo. Eroici come i ciclisti arrivati al traguardo. Nelle due foto a lato la maglia rosa Uran e il gruppo maglia rosa sul Gavia.

Gli uomini di classifica non attaccano, ma il ritmo fa sì che i compagni di Uran si stacchino sulla seconda ascesa di giornata, lo Stelvio. Le condizioni sono al limite tra nevischio e freddo, e dallo Stelvio arrivano notizie di una bufera in corso. In discesa il diluvio non migliora le cose.

POLEMICHE E FINALE
Le polemiche nascono dalla discesa dello Stelvio, sul versante trentino: qui l’organizzazione pone delle safety-moto per segnalare i pericoli, Quintana attacca ma gli avversari coi rispettivi direttori sportivi avevano inteso le motociclette come una specie di neutralizzazione. Anche se l’organizzazione non ne ha mai parlato.

Il colombiano conquista due minuti in discesa tra la neve e il freddo, seguito da Rolland e Hesjedal. Quintana, secondo al Tour de France dello scorso anno, completa l’opera con una perfetta ascesa verso la Val Martello, rifilando oltre quattro minuti su Uran, staccato anche da Evans, Pozzovivo e Majka. Il colombiano, alla vigilia ritenuto il favorito da tutti, ha ipotecato il trionfo finale nella frazione più bella del Giro.uran44

Ordine d’arrivo: 1. Quintana 2. Hesjedal a 8” 3. Rolland a 1′ 13” 4. Kelderman a 3′ 32′ 5. Pozzovivo a 3′ 37” 6. Aru a 3′ 40” 7. Majka a 4′ 08” 8. Henao a 4’11″ 9. Uran a 4’11″. 10 Evans a 4′ 48″

Classifica Generale: 1. Quintana in 68h11’44″; 2. Uran a 1’41″; 3. Evans a 3′ 21″; 4. Rolland a 3’26″; 5. Majka a 3’28″; 6. Aru a 3’34″; 7. Pozzovivo a 3’49″; 8. Kelderman a 4’06″; 9. Hesjedal a 4’16″; 10. Kiserlovski a 8’02″


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136