QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giro d’Italia, prime salite: Nieve vince in solitaria la 13a tappa, Amador in maglia rosa. Domani tappone dolomitico

venerdì, 20 maggio 2016

Cividale del Friuli (Alberto Panzeri)  - Lo spagnolo Mikel Nieve (Team Sky) ha vinto la tredicesima tappa del 99º Giro d’Italia, da Palmanova a Cividale del Friuli di 170 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Giovanni Visconti (Movistar Team) e Vincenzo Nibali (Astana Pro Team). Andrey Amador (Movistar Team) è la nuova Maglia Rosa di leader della classifica generale con un vantaggio di 26″ sull’ex maglia rosa, il lussemburghese Bob Jungels. Terzo, a 41″, è l’azzurro Vincenzo Nibali che con i 4 secondi di abbuono ha scavalcato lo spagnolo Alejandro Valverde e l’olandese Steven Kruijswijk, appaiati al quarto posto con 43″ di ritardo dalla maglia rosa.nieve ciclismo

RISULTATO FINALE
1 – Mikel Nieve (Team Sky) - 170 km in 4h31’49″, media 37,525 km/h
2 – Giovanni Visconti (Movistar Team) a 43″
3 - Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) a 1’17″

4. VALVERDE ALEJANDRO MOV 1’ 17”
5. MAJKA RAFAL TNK 1’ 17”
6. DENIFL STEFAN IAM 1’ 17”
7. KRUIJSWIJK STEVEN TLJ 1’ 17”
8. URAN URAN RIGOBERTO CPT 1’ 17”
9. MONTAGUTI MATTEO ALM 1’ 17”
10. POZZOVIVO DOMENICO ALM1’ 17”

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Andrey Amador (Movistar Team)
  • Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)

CLASSIFICA GENERALE
1 - Andrey Amador (Movistar Team)
2 – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step) a 26″
3 - Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) a 41″

4. VALVERDE ALEJANDRO MOV 0’ 43”
5. KRUIJSWIJK STEVEN TLJ 0’ 43”
6. MAJKA RAFAL TNK 1’ 37”
7. ZAKARIN ILNUR KAT 2’ 01”
8. CHAVES ESTEBAN OGE 2’ 19”
9. URAN URAN RIGOBERTO CPT 2’ 48”
10. FUGLSANG JAKOBAST 3’ 15”

Il vincitore, subito dopo il traguardo, ha dichiarato: “Sono molto felice. Erano passati quasi cinque anni dalla mia ultima vittoria di tappa al Giro d’Italia [Gardeccia 2011]. L’attacco di oggi era stato pianificato, andare all’attacco per una vittoria di tappa era l’unica cosa che potevamo fare dopo l’abbandono di Mikel Landa. Sono andato a tutta, è andato tutto bene e ce l’ho fatta”.

La Maglia Rosa ha dichiarato: “Sono felicissimo per questa Maglia Rosa. Farò di tutto per godermi questo momento. La verità è che Alejandro Valverde è fortissimo e la mia leadership non cambia nulla. Lui è il nostro capitano ed io sto correndo per lui. Ci aspettano due giorni molto duri, domani ci sarà la tappa regina. È fantastico affrontarla con indosso la Maglia Rosa”.

TAPPA DI DOMANI

Tappa n. 14 – Alpago (Farra) – Corvara (Alta Badia) – 210 km
Tappone Dolomitico. Negli ultimi 150 km si scalano sei passi dolomitici per 4700 m di dislivello (su 5400 totali). Si percorre la valle del Cordevole su strade larghe e ben pavimentate fino a Arabba dove si affronta il Passo Pordoi.

Seguono in rapida sequenza (senza pianura) i Passi Sella, Gardena e il primo passaggio sulla linea di arrivo (TV) a Corvara. Si scalano quindi il Passo Campolongo, il Passo Giau (la salita più dura di giornata con 9% medio e primi chilometri sopra il 10-12%) e il Passo Valparola, che immette al termine della discesa negli ultimi 5 km. Le salite e le discese sono caratterizzate da numerosi tornanti e da alcuni attraversamenti urbani anche ristretti.
 
Ultimi km
Ultimi 5 km generalmente in salita. Si percorre subito il Muro del Gatto (360 m dal 13 al 19%) per poi ridiscendere sulla strada statale per Corvara sempre in leggera ascesa (2-3% medio). Ultima curva a 150 m dall’arrivo. Rettilineo in leggera salita su asfalto di larghezza 6 m.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136