QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Giro d’Italia, 21a tappa: Keisse firma l’ultimo acuto della Corsa Rosa a Milano

domenica, 31 maggio 2015

Milano – Il Giro d’Italia termina con un colpo di scena. Non a livello di classifica generale, dove Alberto Contador conserva senza problemi la maglia e vince aritmeticamente il Giro vinto già con le resistenze degli scorsi giorni, ma a livello di tappa.contador

Nella 21a e ultima tappa, da Torino a Milano, nel circuito cittadino del capoluogo lombardo – 5,4 km da ripetere sette volte – non c’è l’arrivo in volata.

Nel finale infatti l’attacco buono lo portano via due pistard: il 24enne australiano Luke Durbridge (Orica GreenEdge) e il 32enne belga Iljo Keisse (Etixx-QuickStep). Le squadre dei velocisti non riescono a chiudere sui due attaccanti. Nel testa a testa finale Keisse beffa Durbridge. Il gruppo, regolato da Roger Kluge (Iam), arriva dopo 9″.

Contador ha vinto la corsa rosa senza trionfare in alcuna tappa, così come accadde al Giro 2008. Per lo spagnolo si tratta del settimo trionfo nei grandi Giri: due Tour (2007, 2009), due Giri (2008, 2015) e tre Vuelta (2008, 2012, 2014). Contador aveva fatto suoi anche il Tour 2010 e il Giro 2011, successi cancellati però dalla giustizia sportiva per il caso di doping.

Giacomo Nizzolo (Trek) ha vinto la maglia rossa della classifica a punti. Il re della montagna è invece il 32enne siciliano Giovanni Visconti (Movistar), che a Milano ha indossato la maglia azzurra. Indiscussa l’assegnazione della maglia bianca del miglior giovane, indossata da Fabio Aru (Astana).

Ordine d’arrivo 20a tappa
1. Iljo KEISSE (Bel, Etixx-QuickStep) 178 km in 4h18’37″; 2. Luke DURBRIDGE (Aus); 3. Roger KLUGE (Ger) a 9″; 4. Porsev (Rus); 5. Nizzolo; 6. Mezgec (Slo); 7. Viviani; 8. Hofland (Ola); 9. Appollonio; 10. Favilli.

Classifica generale finale Giro d’Italia 2015
1. Alberto CONTADOR (Spa, Tinkoff-Saxo); 2. Fabio ARU (Astana) a 1’53″; 3. Mikel LANDA (Spa, Astana) a 3’05″; 4. Amador (C.Rica) a 8’10″; 5. Ryder Hesjedal (Can) a 9’52″; 6. Konig (R.Cec) 10’53″; 7. Kruijswijk (Ola) a 11’21″; 8. Caruso a 12’08″; 9. Geniez (Fra) a 15’41″; 10. Trofimov (Rus) a 16’41″.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136