QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giro d’Italia 2015: a Tirano e Aprica nascono due comitati di tappa. Atteso il sopralluogo di Rcs

sabato, 18 ottobre 2014

Aprica – Nascono i comitati di tappa del Giro d’Italia 2015 e presto ci sarà il sopralluogo tecnico della Rcs – organizzatrice del Giro d’Italia – sulle tappe a cavallo del Mortirolo. Ossia l’arrivo ad Aprica del 27 maggio e la partenza da Tirano il giorno successivo.

In Valtellina si stanno costituendo due Comitati di tappa per il prossimo Giro d’Italia, e  il Consorzio Turistico Terziere Superiore – che si occuperà dell’’organizzazione dell’’evento – esprime i suoi ringraziamenti. “Adesso – sostengono – stiamo costituendo un Comitato d’’onore dove saranno presenti le istituzioni che hanno voluto il Giro in Valle, in primis la Provincia con l’’ex presidente Massimo Sertori e il BIM con Carla Cioccarelli, che ci hanno sempre creduto, facendo da volano per tutti gli altri, le istituzioni locali, a partire dai Comuni, in particolare Aprica e Tirano, la Comunità Montana di Tirano, la Comunità Montana di Sondrio e la Comunità Montana di Morbegno”.

Un ruolo determinante nel raggiungimento di questo risultato l’’ha avuto anche la Regione Lombardia. Così continua il Consorzio: “Un Comitato tecnico misto fra Aprica e Tirano sarà presieduto da Franco Imperial, da sempre sostenitore delle tappe valtellinesi del Giro. Sono già state fissate le Giro d'Italia 1prossime tappe dell’’organizzazione del grande evento primaverile. A breve Rcs Sport comunicherà le date dei primi sopralluoghi sul nostro territorio; ci faremo trovare pronti come sempre. Vogliamo sottolineare che il Giro è importante per la Valtellina ma anche la Valtellina è importante per il Giro: lo scorso anno la tappa con più ascolti è stata quella del passaggio Gavia-Stelvio. Quest’anno potrebbe essere il tappone con arrivo ad Aprica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136