QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giorno di riposo ai Campionati del Mondo di Orienteering e Trail Orienteering

giovedì, 10 luglio 2014

Lavarone – Oggi non ci sono gare in programma ai Campionati WOC-WTOC di Trentino e Veneto e il giorno di “riposo” è più che meritato per tutti gli orientisti. Ieri, infatti, gli atleti si sono dati battaglia sui boschi di Lavarone (TN) per la gara Long Distance di corsa orientamento, la più probante dell’intero lotto.

Sui terreni dell’Alpe Cimbra, resi pesanti dal fango e dalla pioggia, il francese Thierry Gueorgiou ha scritto una pagina di storia dell’orienteering perché mai nessuno prima  era riuscito a conquistare tre ori Long e ben dodici allori iridati in carriera. La medaglia d’argento è andata a Daniel Hubmann (SUI), uno degli atleti da battere alla vigilia di questi Campionati WOC ma che al momento ha conquistato “solo” due secondi posti: nella Sprint e nella gara di ieri.

Il podio maschile è stato completato da Olav Lundanes (NOR), mentre in campo femminile ha trionfato la russa Svetlana Mironova davanti a Tove Alexandersson (SWE) e a Judith Wyder (SUI), che aggiunge il bronzo di ieri agli ori nella Sprint e nella Sprint Relay. Ieri sera sul podio di Lavarone la Mironova ha “risposto” al messaggio di pace lanciato durante la cerimonia d’apertura dall’ucraina Nadiya Volynska, che si era fatta scrivere sulle mani “vogliamo la pace”, chiaro riferimento all’invasione russa della sua regione d’origine, la Crimea. La Mironova, infatti, si è presentata alla cerimonia di premiazione con la scritta “vogliamo la pace in Ucraina” dipinta sulle mani e ha calorosamente abbracciato la Volynska, a dimostrazione di quanto lo sport sia un mezzo ideale per abbattere ogni tipo di barriera.

Domani i Campionati WOC-WTOC fanno rotta sul vicentino e l’Altopiano di Asiago Sette Comuni. A Campomulo di Gallio è in programma la gara Middle Distance con tracciati da 6 km e 290 mt/dsl per gli uomini e 5 km e 230 mt/dsl per le donne che partiranno per prime alle 12.00.

Per quanto riguarda gli uomini, la prova riproporrà la sfida fra il francese Gueorgiou e lo svizzero Daniel Hubmann, mentre Olav Lundanes (NOR), Fabian Hertner (SUI), terzo e quarto ieri, lo specialista Leonid Novikov (RUS), campione del mondo Middle nel 2013 e Matthias Kyburz (SUI) cercheranno in tutti i modi di rovinare la festa ai primi due della Long. In campo femminile c’è tanta attesa per la finlandese Minna Kauppi, iridata Middle nel 2012, che ha sacrificato le prove dei giorni scorsi per puntare tutto sulla gara di domani. Le altre possibili protagoniste saranno la “solita” Tove Alexandersson (SWE), seconda nella Sprint e nella Long, Helena Jansson (SWE), iridata Middle nel 2011 e Maja Alm (DEN).

Ieri dai Campionati WTOC è arrivata anche la prima soddisfazione per i colori azzurri, con il pordenonese Elvio Cereser primo nella classifica parziale della gara Pre-O (categoria Open) davanti allo slovacco Dusan Furucz e al giapponese Koji Chino. Tanta la soddisfazione di Cereser per la bella prestazione: “Mi aspettavo un buon risultato perché mi sono preparato molto e bene per queste gare, certo che arrivare proprio primo non era esattamente nelle aspettative.

Questa però è stata soltanto la prima di due manche, la seconda sarà domani e si continuerà da dove abbiamo interrotto ieri, facendo la somma dei tempi. Cercherò di fare il meglio possibile, anche se ho soltanto un secondo di vantaggio e l’impresa non è facile. Siamo tutti lì vicini, basta il minimo errore per scalare anche di dieci posizioni, per cui non me la sento di fare pronostici. Ci sono tutti i migliori del mondo, ma quella di cui ho più paura è la svedese Marit Wiksell”. Il Day 2 della Pre-O assegnerà le ultime medaglie dei Campionati WTOC e scatterà domani alle 10.00 a Campomuletto di Gallio.

Oggi, invece, le sale dell’Hotel Astoria di Lavarone hanno ospitato la General Assembly del congresso IOF, il massimo organismo decisionale della disciplina di bussole e lanterne.

La 5 Days of Italy, il principale evento di contorno dei Campionati WOC-WTOC, ha mandato in scena nella mattinata una gara a Lavarone e domani sarà ad Asiago per una special race.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136