QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Gimondi avvicina il Tour de France alla Lombardia. Spunta l’ipotesi 2017

mercoledì, 9 aprile 2014

Valle Camonica – Mentre cresce l’attesa per le tappe del Giro d’Italia con le tappe a Montecampione del 25 maggio e quelle del 27 maggio con partenza da Ponte di Legno, arriva un’altra notizie importante. La Valle Camonica, Bergamo e la Lombardia si candidano ad ospitare il Tour de France: la competizione francese è stata presentata da Promoeventi Sport durante un incontro a Palazzo Lombardia a Milano.

Presenti il presidente della Regione Roberto Maroni e l’assessore allo sport Antonio Rossi, che hanno accolto favorevolmente la proposta della Promoeventi Sport e di Felice Gimondi, testimonial del progetto e volto del team tutto bergamasco, capitanato da Giovanni Bettineschi.

contador

Un passo alla volta, anzi, un colpo di pedale alla volta visto il protagonista della storia. Felice Gimondi si è infatti ritrovato a Milano, nel cuore politico della Lombardia, con il presidente della Regione Roberto Maroni e l’assessore allo sport Antonio Rossi, per concretizzare il suo sogno e soprattutto quello di Promoeventi Sport, ovvero portare il Tour de France in Lombardia e, in particolar modo, a Bergamo, la città che ha dato i natali al campionissimo del ciclismo su strada. Così, dopo la riunione avvenuta a gennaio a Parigi con gli organizzatori del Tour de France, è stato posto un altro importante mattone per l’iniziativa partita da Promoventi Sport di Giovanni Bettineschi, presente alla riunione in compagnia di Gianluigi Stanga, rinomato ex-dirigente sportivo bergamasco.

È proprio Giovanni Bettineschi a mostrare grande ottimismo: “Si stanno muovendo le acque – racconta il numero uno di Promoventi Sport – dopo lo spiraglio che siamo riusciti ad aprire in Francia abbiamo avuto ulteriori indicazioni positive dalle autorità locali, entusiaste di poter dare una mano per promuovere un evento di così grande importanza. Nel 2017 il sogno di Felice potrebbe diventare realtà”. La macchina politica è stata messa in moto e il progetto sembra essersi allargato, vedendo coinvolta anche la Regione del Veneto, già candidata ufficiale insieme alla Lombardia. Adesso il comitato organizzatore auspica un ingresso nell’alleanza anche del Piemonte, per un progetto integrato del Nord Italia, portando ben tre tappe per un inizio di Tour tutto italiano, dove sicuramente verrebbe toccata anche la metropoli milanese.

Un ulteriore attestato di stima da parte della Regione, nei confronti del campione bergamasco, è stata la nomina di Gimondi come ambasciatore per lo sport in vista di Expo 2015, una scelta più che azzeccata per un campione che incarna al meglio i valori dello sport. Speriamo che Felice Gimondi possa diventare presto anche l’ambasciatore del Tour de France in Italia, un sogno che è ormai condiviso da tutti gli appassionati di ciclismo. Nella foto il campione Contador, già vincitore del Tour de France .


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136