QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Garda Trentino, Mondiale Audi Melges 20: sempre in testa Samba Pa Ti. Domani la conclusione

venerdì, 29 agosto 2014

Riva del Garda - Altra bella giornata sul Garda Trentino in occasione dell’Audi Melges 20 World Championships organizzato dalla Fraglia Vela Riva in sintonia con B.Plan Sport&Events e Melges Europe, anche se con vento un po’ meno forte rispetto a ieri e più oscillante di direzione, che comunque ha permesso la conclusione di ulteriori 3 regate, portando a 9 su 10 il totale.Melges 24 Vela

E lo spettacolo non é mancato dato che Mascalzone Latino, di Achille Onorato, con a bordo il fenomenale australiano Malcolm Page che non a caso ha vinto due ori olimpici nel 470 nelle ultime due edizioni dei Giochi, dopo l’ottava prova è arrivato a soli due punti dallo statunitense Samba Pa Ti di John Kilroy, che sembrava avere un vantaggio quasi incolmabile dopo le tre regate di ieri.

Ma con la terza prova di giornata, nona generale, lo statunitense – che in questi giorni ha dimostrato di prediligere il campo di regate spostato più a sinistra, così come avvenuto nell’ultima prova, ha piazzato un primo (dopo due non brillanti 14-12), smorzando l’attacco di Mascalzone, che comunque ha retto bene: finendo quarto, mantiene il secondo posto in classifica generale, a 5 punti dal primo.

Achille Onorato, che è cresciuto all’ombra del padre Vincenzo, ma che ora sfodera abilitá propria al timone del suo Melges 20, uno dei tanti Mascalzone Latino, che di stagione in stagione animano i campi di regata di tutto il mondo nelle più svariate classi- preferibilmente monotipo, è quello che ha fatto sentire finora più di tutti il fiato sul collo allo statunitense Samba Pa Ti, portandosi a soli 2 punti dopo l’ottava regata. Il resto della flotta italiana fatica a contrastare i forti statunitensi: nei primi 15 sono solo 4 gli italiani, anche se in posizioni discrete.

Oltre al secondo posto di Mascalzone Latino, oggi protagonista di un 6-1-4, al terzo c’è il monegasco Guido Miani su Monaco Racing Fleet, che in realtà ha bordo gli italianissimi Gabriele Benussi e Massimo Gherarducci, che attualmente subiscono14 punti di svantaggio sui “mascalzoni”. Segue ancora un equipaggio italiano, Fremito d’Arja di Dario Levi, quarto in generale e che oggi ha perso molti punti preziosi per aver chiuso in posizioni medie: 21-15-30. Dopo altri americani e i giapponesi dal curioso nome italiano “Mamma Aiuto!”, questi ultimi oggi in gran recupero grazie ad un tredicesimo, un ottavo e un brillante secondo, ecco ancora un tricolore al nono posto con Stig, troppo alterno per risalire in classifica. E ancora Italia al tredicesimo posto con Maolca di Manfredi Vianini Tolomei, con alla tattica il triestino Lorenzo Bodini.

Ottima performance nell’ultima prova di giornata del locale Claudio Dutto su Asante Sana Sailing Team, con a bordo il giovanissimo fragliotto Davide Duchi: l’equipaggio gardesano ha piazzato un eccezionale sesto, portandosi cosi in sedicesima posizione provvisoria.

Domani si disputerà l’ultima e decisiva prova alle 9 del mattino con il vento da nord: sarà sicuramente una regata ad alta tensione e dalle caratteristiche molto tecniche, che richiederanno di interpretare al meglio le raffiche. Vedremo se il titolo iridato rimarrà a stelle e strisce o meno in un Mondiale, che a livello di spettacolo, immagini e agonismo sta facendo il giro del mondo dal punto di vista mediatico.

Il Presidente della Fraglia Vela Riva, ad un giorno dalla conclusione – ha cosi commentato l’andamento organizzativo dell’evento: ” Una volta di più abbiamo dimostrato di avere la location ideale per organizzare eventi di questo tipo, supportati da prestigiosi marchi in cerca non solo di spot ideali dal punto di vista velico, ma localitá in cui c’è passaggio di pubblico con la possibilità di organizzare eventi di PR: in pochi metri la Fraglia Vela Riva ha potuto offrire oltre che le strutture del club e il porto in grado di accogliere tutte le barche iscritte, uno stand accoglienza con tanto di esposizione di auto sul lungolago e una pista dove poter fare i test drive e le gare sulle Audi messe a disposizione dei regatanti sul piazzale adiacente. Dal punto di vista agonistico siamo stati assistiti da giornate favolose con sole e vento e il nostro staff ha saputo rispondere alle esigenze tecniche di Comitato di regata, Giuria, Classe Melges e sponsor”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136