QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Festa della Repubblica: al colonnello Francesco Volpi l’onorificenza di Grand’Ufficiale a Trento

mercoledì, 3 giugno 2015

Trento – Una Festa della repubblica speciale a Trento con la cerimonia di consegna delle onorificenze. Il momento più suggestivo è stato quando è stato insignito Francesco Volpi, classe 1914, dell’onorificenza di Grand’Ufficiale, eroe dell’aeronautica militare nella Seconda Guerra Mondiale, fu messo in congedo col grado di tenente colonnello.
Dopo aver fatto pratica da avvocato in uno studio cittadino, decise che non avrebbeVolpi mai fatto un lavoro d’ufficio e si dedicò al commercio. Non dimenticò mai la sua passione, che ha cercato di diffondere con professionalità per anni. Poco meno di un anno fa fece il suo primo volo dei suoi secondi 100 anni, e nella festa del 2 giugno ha ricevuto il suo terzo riconoscimento: Grand’Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Nella foto a destra Volpi con Francesco Squarcina e il sindaco di Trento, Andreatta).

Le celebrazioni del 2 giugno, Festa della Repubblica, sono state improntate a criteri di particolare sobrietà, con il concorso di tutte le istituzioni e delle significative espressioni della società civile e si articoleranno in momenMarini storoti ufficiali costituiti da cerimonie pubbliche nazionali e locali.

A Trento, il Commissario del Governo prefetto Francesco Squarcina ha reso omaggio in termini istituzionali alla ricorrenza, che ricorda il referendum a suffragio universale del giugno 1946, con il quale gli italiani furono chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, monarchia o repubblica, dare al Paese in seguito alla caduta del fascismo.

Nella Sala di rappresentanza del Palazzo del Governo alla presenza delle massime Autorità regionali e provinciali, Civili, Militari e Religiose, dei Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti, nel corso di una cerimonia aperta al pubblico il Commissario del Governo, prefetto Francesco Squarcina, ha consegnato le onorificenze dell’Ordine «Al Merito della Repubblica Italiana» concesse dal Presidente della Repubblica a 18 cittadini, residenti in questa provincia.
L’«O.M.R.I.», secondo i fini indicati dalla Legge 3 marzo 1951, nr. 178 che lo ha istituito, è destinato a ricompensare i cittadini che si sono distinti per le benemerenze acquisite veVentirini riva gardarso la Nazione nei campi delle scienze, delle arti, delle lettere, dell’economia, nel disimpegno di cariche pubbliche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.
Tra i cavalieri insigniti Riccardo Aichner di Trento. Sergio Anesi di Pergine, Italo Capobianco di Rovereto, Claudio Demozzi di Trento. Ferruccio Marini di Storo, Federico Venturini di Riva del Garda e Margherita Follador di Baselga di Piné.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136