QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Fashion Week: la sfilata al casinò di Campione d’Italia incorona nuovo stilisti. FOTO

domenica, 29 marzo 2015

Campione d’Italia – Il casinò di Campione ha ospitato una performance a tutto fashion.

Stampe, colori, tagli, lunghezze e tanta stravaganza nella ricerca dei materiali. Sono questi gli ingredienti delle collezioni presentate nel salone delle feste della casa da gioco, in occasione della “Fashion Week” di Lugano. Una catwalk di tutto rispetto: cinque stilisti con una formazione multi etnica che ha vissuto per diversi anni in giro per il mondo a scovare il meglio della creatività, cinque vulcanici protagonisti dall’anima creativa unica e dal respiro internazionale, con il Patrocinio del Consolato D’Italia, di Lugano presente il console Generale Marcello Fondi la collaborazione con la Camera di Commercio Italiana in Svizzera a Lugano e del Comune e Casinò di Campione presente Florio Bernasconi, vice sindaco di Campione d’Italia (nella foto da sinistra la presentatrice Erika Gottadri, il  console Generale Marcello Fondi, Marina Bottinelli responsabile della Camera di Commercio Italiana per il Canton Ticino e Florio Bernasconi, vice sindaco di Campione d’Italia).

LA SFILATA

Una boccata d’aria freschissima con capi unici e sfiziosi da indossare in ogni occasione. Direttamente dal palcoscenico di Alta Roma, Sabrina Persechino ha esordito con una collezione green temptation. Il verde acido per esprimere una gioia interiore, ma anche forme strutturate e ben definite per declinare gli eccessi della moda alle mise più eleganti.

A completare la proposta kaftani e accessori preziosi. Grande attenzione alle campagne animaliste la stilista di Viganello, Fiorenza Rivera che ha debuttato nel Salone delle feste del casinò con la collezione “Kill me”, un appello a non utilizzare tecniche violente nell’abbattimento delle foche.

Per la stilista la moda diventa un richiamo, un grido, una richiesta di attenzione. Le modelle hanno infatti portato in scena capi ad altissima adrenalina con tracce di sangue, un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica e per andare contro a tecniche barbarie.

Estroversa invece la proposta di Maria Scianz che ha dato libero sfogo a una collezione flower and fruit party. Qui il vero protagonista è stato il colore che ha trasformato ogni creazione in una iniezione vitaminica. Applausi per Carlo Alberto Terranova che ha trasformato il made in Italy in una creatura superiore con una collezione che gioca con il bianco e il nero, una proposta che stupisce per i tagli, ma che tiene ben saldi i canoni dell’eleganza.

Una serata quella firmata dal presidente della Camera Nazionale della Moda Svizzera e noto fotografo internazionale Franco Taranto che ha trionfato con una scelta anche sbarazzina, grazie alle divertenti creazioni di Barbara Monti. Per lei la moda è un gioco e proprio divertendosi ha portato in scena jeans impreziositi da pietre e abbinati a semplici T-shirt con paillettes e immagini molto giovani. Audaci le stampe e le forme dei kafatni e degli abiti da mare combinati con accessori raffinati.La serata si è conclusa con la dolcezza di Manuela Soldati Che ha portato in passerella una proposta di abiti aggressivi, sdrammatizzati dalla voglia di essere uniche.

LE FOTO DELLA SFILATA

ALBERTO TERRANOVA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

SABRINA PERSENICO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MANUELA SOLDATI

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

MARINA  TSCHANZ

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FIORENZA RIVERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136