QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Domani alle 10 scatta la Viote Ski Marathon. Debertolis e Carbogno gli atleti da battere: presentazione, programma e percorso

sabato, 21 febbraio 2015

Monte Bondone – Domenica 22 febbraio alle ore 10 si alzerà il sipario sulla prima edizione della Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon, la gran fondo a tecnica classica sulla distanza dei 28 km all’esordio ufficiale nel calendario nazionale delle gare su lunga distanza, con l’obiettivo di crescere decisamente nelle prossime stagioni.sci fondo

E’ dunque tutto pronto al centro del fondo delle Viote del Bondone, dove è tutto imbiancato grazie alla nevicata di oggi, condizione che rappresenta un valore aggiunto per gli oltre 200 iscritti e soprattutto per il poker di organizzatori capitanato dall’Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, e che vede come elementi determinanti il Team Futura, l’Asis e il Comune di Trento.

Sulla carta gli atleti da battere sono il primierotto Bruno Debertolis e la sua compagna di team Simonetta Carbogno, bellunese specialista delle lunghe distanze, ma occhio all’agguerrito team Futura con i cinque moschettieri che tanto bene stanno facendo nel circuito internazionale Swix Ski Classic, vale a dire i fiemmesi Nicola Morandini, Riccardo Mich e Simone Bosin, quindi il bergamasco Bruno Carrara e il pusterese Reinhard Kargruber.

Per quanto riguarda il percorso misurerà poco meno di 28 km, viste le ultime modifiche inserite dal tracciatore e direttore di gara Silvano Berlanda, con l’eliminazione di due salite impegnative, ma si svilupperà su un’unica tornata andando a toccare le tre piste del centro del fondo, ovvero la Gervasi (blu), la Val del Merlo (rossa) e la Cercenari (nera).

Le premiazioni sono state fissate per le ore 13, mentre nei giorni successivi è prevista una sintesi di 30 minuti su Rai Sport.

UNO STRAORDINARIO DRAPPELLO DI VOLONTARI
La Viote Monte Bondone Nordic Ski Marathon ha già centrato la prima vittoria, per essere riuscita a fare rete fra numerose entità e coinvolgendo un gruppo rilevante di volontari e collaboratori. A partire dalla Protezione Civile e il Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale della PAT per il montaggio dell’ufficio gare, dell’ufficio stampa mobile e tutti gli allacciamenti necessari, quindi l’ASIS per la manutenzione piste, i maestri di sci del Centro Fondo Viote che si occupano della sciolinatura e hanno collaborato nella definizione del percorso, le forze dell’ordine Polizia Municipale di Trento per la gestione del traffico in loco, gli Alpini di Sardagna e il Gruppo Sportivo Ponte Alto per la gestione del pasta party finale (che prevede un piatto di pasta Felicetti o orzetto alle verdure, Trentingrana, pane e strudel del Panificio Tecchiolli e acqua Pejo), insieme al gestore della Capanna Viote che collabora attivamente, lo staff dell’ASD Charly Gaul Internazionale per gli allestimenti, il supporto del Team Futura, la Croce Bianca per il servizio medico, lo staff dell’APT Trento che, coordinato da Elda Verones, è attivo per tutti gli aspetti organizzativi, senza dimenticare l’importante supporto del Comune di Trento. Un ringraziamento particolare va rivolto anche agli sponsor che hanno contribuito anche alla realizzazione dei pacchi gara e dei premi, tra cui Cavit, Melinda, Enervit, Acqua Pejo, Menz & Gasser, Felicetti, Rossignol, e coloro che hanno altresì supportato la manifestazione come Casse Rurali Trentine, Cassa Rurale di Trento, Nolorent, Consorzio Trentino Autonoleggiatori, Graphic Line.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136