QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Diatec Trentino, sesta settimana di preparazione chiusa con un nuovo successo in tre set con Verona

sabato, 28 settembre 2013

Trento - La Diatec Trentino chiude la sesta settimana di preparazione con un altro successo – il secondo nel giro di quattro giorni – sulla Calzedonia Verona. L’amichevole ufficiale giocata stasera al PalaTrento ha permesso ai Campioni del Mondo e d’Italia di ribadire la propria superiorità rispetto alla formazione scaligera; mercoledì sera il Trofeo AGSM aveva regalato grande equilibrio, in questa occasione invece i padroni di casa hanno disposto dell’avversario con maggiore autorità e decisione. A dieci giorni dalla finale di Supercoppa Italiana i carichi di lavoro iniziano a diminuire, a tutto vantaggio della brillantezza ed esplosività dei gesti: proprio grazie a queste qualità la Trentino Volley ha regalato ad un già numeroso pubblico trentino una prestazione convincente e che fa ben sperare in vista anche del rientro in gruppo dei tre nazionali ancora impegnati all’Europeo.Alex Ferreira in attacco da posto 4

Sintini in regia ha gestito al meglio le proprie bocche da fuoco, facendo chiudere i compagni con un 60% di squadra ulteriormente impreziosito dai soli cinque errori commessi, dall’82% di Fedrizzi e dagli appena due muri subiti. Proprio quest’ultimo fondamentale ha girato a dovere (9 block) grazie all’attenzione dimostrata da Burgsthaler (5) e all’efficacia del servizio (10 ace, quattro solo di Szabò) che ha sicuramente agevolato la lettura dei giocatori gialloblù sottorete.

La cronaca della gara: Lo starting six proposto da Roberto Serniotti è lo stesso che ha conquistato il Trofeo AGSM mercoledì sera a Quaderni; con Suxho ancora a riposo, in regia c’è Sintini, Szabò completa la diagonale mentre in banda e al centro spazio alle coppie Ferreira-Fedrizzi e Solé-Burgsthaler, ma il libero stavolta è Thei e non Colaci. De Cecco risponde con Boninfante alzatore, Bellei opposto, Gabriele e Gonzalez in posto 4, Centomo libero (preferito a Pesaresi), Anzani e l’ex Coali in posto 3. L’avvio è in equilibrio sino all’8-8, con le due squadre che si alternano al comando diverse volte; a romperlo ci pensa un errore in attacco di Bellei (10-8), che però si fa perdonare già sull’11-11 con un ace su Fedrizzi. Un’altra battuta punto scaligera, stavolta di Anzani, proietta gli ospiti di nuovo avanti (13-14). Un break point di Gabriele offre anche il +2 esterno (16-18), Fedrizzi risponde con due attacchi (21-21); allo sprint decisivi la ricostruite vincente di Szabò e il muro di Ferreira su Gonzalez.

Il secondo set si apre nel segno della vecchia guardia: un muro di Burgsthaler su Bellei e un ace di Sintini spediscono subito Trento avanti di due (6-4). Verona prova a replicare con un muro di Boninfante su Fedrizzi (7-7), ma è Szabò a difendere il mini vantaggio; con Bellei al servizio la Calzedonia però impatta di nuovo sul 12-12. Ci pensa di nuovo Szabò (muro su Gabriele per il 17-16) a rimettere la frazione sui binari desiderati; i veneti infatti non riescono più a rispondere, lasciando progressivamente campo ai gialloblù (21-18, 23-19) che così chiudono in scioltezza sul 25-20 (errore di Gabriele al servizio).

Il terzo periodo è un monologo trentino: i Campioni del Mondo e d’Italia scappano via già sul 4-2, incrementando poi con i muri di Solé il proprio margine (9-5). De Cecco chiama time out, ma la sua squadra non risponde, subendo due ace consecutivi da Szabò (12-5). Serniotti allora getta nella mischia De Paola (per Fedrizzi) e Polo (per Solé); i gialloblù non perdono assolutamente il ritmo ma anzi viaggiano sicuri verso il 3-0 mettendo in mostra Ferreira e Burgsthaler (17-8, 20-12 e poi il definitivo 25-16).

Ci abbiamo messo un po’ ad entrare pienamente in partita, trovando il ritmo gara solo nel secondo set – ha commentato a fine gara Roberto Serniotti  ma sono complessivamente soddisfatto di quello che abbiamo fatto vedere. Le cose migliori sono arrivate dalla ricezione, tenendo conto anche che abbiamo tenuto a riposo Colaci e quindi con Thei in campo che ha saputo ben sostituirlo. I primi due parziali sono stati piuttosto combattuti, poi siamo riusciti a fare la differenza anche con battuta e muro. Ci sono stati buoni spunti da tenere in considerazione in vista della ripresa degli allenamenti. Verso la Supercoppa Italiana ci manca sicuramente però qualcosa; non avere ancora tre giocatori a disposizione e tenere Suxho a riposo non ci favorisce ma devo dire che Sintini ha già trovato un ottimo feeling con i compagni”.

I gialloblù riprenderanno la preparazione martedì mattina, dopo due giorni di riposo. Il prossimo appuntamento ufficiale cadrà esattamente fra una settimana, sabato 5 ottobre, quando la Diatec Trentino sfiderà sempre al PalaTrento Casa Modena nell’ultimo test prima della Del Monte Supercoppa Italiana 2013.

Di seguito il tabellino dell’amichevole ufficiale disputata stasera al PalaTrento.

Diatec Trentino-Calzedonia Verona 3-0
(25-23, 25-20, 25-16)
DIATEC TRENTINO: Solé 8, Sintini 4, Ferreira 11, Burgsthaler 7, Szabò 13, Fedrizzi 10, Thei (L); De Paola 1, Polo, Nelli q, Giannelli, Mazzone. N.e. Colaci.All. Roberto Serniotti.
CALZEDONIA: Gonzalez 6, Coali 3, Bellei 11, Gabriele 7, Anzani 5, Boninfante 7, Centomo (L); Blasi A., Blasi L., Zanini. N.e. Magalini e Segala. All. Matteo De Cecco.
ARBITRI:
 La Micela e Tomasi di Trento.
DURATA SET:
 26’, 23’, 24’; tot  1h e 13’.
NOTE: 750 spettatori circa. Diatec Trentino: 9 muri, 10 ace, 19 errori in battuta, 5 errori azione, 60% in attacco, 66% (40%) in ricezione. Calzedonia: 2 muri, 3 ace, 14 errori in battuta, 5 errori azione, 48% in attacco, 52% (%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136