QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Corsa in montagna: a Casette di Massa titolo staffette per Alta Valtellina e Valli Bergamasche. I risultati

sabato, 18 giugno 2016

Casette di Massa – Pomeriggio di grande corsa in montagna a Casette di Massa, tutto il pathos e la consueta lotta sportiva che da sempre caratterizzano le gare tricolori a staffetta hanno nuovamente regalato spettacolo.corsa montagna

Gara Donne

Le attese volevano un copione in cui la lotta fosse chiusa allo scontro tra Alta Valtellina e Recastello. Il terzo incomodo rappresentato dalla Free Zone ha provato però a cambiare le carte in tavola ed in parte vi è riuscito. Una mastodontica Sara Bottarelli ha riconfermato che al momento in Italia si devono tutte mettere in fila e prendere il numero: frazione da manuale quella corsa dalla triumplina che ha contenuto il distacco da Valentina Belotti sul tratto iniziale di salita ripida per poi infilarla inesorabilmente nella discesa molto particolare che prevedeva anche lunghi tratti su scale ripide.

25’44″ il crono della Bottarelli a lanciare Gloria Giudici , 26’09″ quello di Valentina Belotti che passava il testimone ad Elisa Desco, staccata di oltre 1′ la Recastello con Samantha Galassi a dare il cambio ad Alice Gaggi.

La 2^ frazione era quella della verità: Gloria Giudici resisteva fino alla parte sommitale del percorso, laddove veniva infilata dall’inseguitrice Elisa Desco che riportava quindi in testa l’Alta Valtellina. Si rifaceva sotto anche La Recastello che  riduceva il distacco a 40″.

Finale tutto da vivere con la planata trionfale di Elisa Desco che firma l’ennesima vittoria nel 2016 dell’Atletica Valtellina, squadra forse irripetibile a livello femminile nella storia dell’Italian Mountain Running. Il team Sondalino dopo il titolo nazionale di cross si cuce cosi sulle maglie nuovo scudetto. Per l’argento è decisiva la grande abilità in discesa di Alice Gaggi che rimonta e stacca Gloria Giudici consegnando la piazza d’onore alla Recastello, bronzo per una Free-Zone comunque da applausi. 4° posto generale, ma soprattutto titolo italiano juniores per l’Atletica Brescia delle Gemelle Giulia e Federica Zanne,  accoppiata che lascia davvero balenare i segnali di un futuro interessante.

Gara Uomini

Al solito attesa ed incerta l’eterna sfida tra le compagini dell’Atletica Valli Bergamasche e della Corrintime. I conti in sospeso erano parecchi, soprattutto l’avvincente sfida dello scorso anno a Pian Delle Betulle che premiò il team guidato dai Gemelli Dematteis.

Prima frazione subito scoppiettante con l’atteso attacco di Bernard Dematteis, il vicampione del mondo 2015 decide di dare subito il tutto per tutto per provare a dare una dote importante al 2° frazionista della sua Corrintime, nella salita iniziale Luca Cagnati è subito messo alle corde dal forcing di Berny che gli prende 40″, ma le Valli Bergamasche dimostrano di fare squadra a 360° tanto da piazzare al 3° posto la loro seconda staffetta, guidata da un ottimo Nicola Spada.

Al Km 5 situazione che conferma la tattica “tutto per tutto” di Berny che porta il suo vantaggio a 1’20″ su Cagnati, rimonta la Recastello al 3° posto con una bella azione di Rolando Piana che si riporta a soli 10″ da Cagnati.

Il 1° cambio certifica questi distacchi: Bernard Dematteis cambia per la Corrintime in 1^ posizione e lancia Luca Magri con una dote di 1’28″ sull’inseguitore Xavier Chevrier per le Valli Bergamasche Leffe, la Recastello lancia Della Torre con soli 8″ di ritardo dal 2° posto, la Valli Bergamasche B libera dai blocchi in 4^ posizione Cristian Terzi a 37″.

La frazione di mezzo sovverte come previsto tutte le posizioni, un commovente Luca Magri nulla può contro l’arrembaggio di uno scatenato Xavier Chevrier. Al km 3 della sua frazione il vantaggio di Magri su Chevrier si assottiglia a 45″ , l’azione del Campione Italiano 2015 è imperiosa, il Valdostano stacca in maniera impietosa Francesco Della Torre relegando la Recastello a 1’50″, l’atteso derby entra quindi nel vivo….nel mirino di Chevrier si fa sempre più vicina la sagoma di Luca Magri che al fine deve cedere il passo. il finale di frazione è drammatico per la Corrintime che vede svanire tutto il vantaggio, Chevrier lancia il compagno Cesare Maestri in testa alla frazione finale con 1’19″ di vantaggio su Martin Dematteis che raccoglie cosi il testimone e si lancia in un inseguimento ai limiti dell’impossibile.

Era riuscita altre volte l’impresa ai limiti dell’umano ai formidabili gemelli, non oggi però, al cospetto di un Cesare Maestri veramente devastante si arenano le speranze della Corrintime. Il titolo tricolore assoluto 2016 a staffetta è dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe (Cagnati, Chevrier, Maestri), argento per la Corrintime (B.Dematteis, Magri, M.Dematteis), bronzo per la Recastello (Piana, Della Torre, Poli), bel 4° posto per l’atl. Valle Brembana (N. Bonzi, Roda, Cavagna).

Titolo Juniores maschile all’Atletica Lecco Colombo Costruzioni con l’accoppiata formata da Davide Meinardi e Samuele Nava.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136