QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Chiusura dei Campionati del Mondo di Orienteering di Trentino e Veneto: Svizzera e Svezia d’oro in staffetta

sabato, 12 luglio 2014

Gallio – Svizzera e Svezia mettono il sigillo finale sui Campionati del Mondo di Orienteering WOC-WTOC all’ultima giornata di gare tra Trentino e Veneto.Switzerland_Ladies02

Per la precisione, oggi sono scese in campo le staffette femminili e maschili a Campomulo di Gallio, in provincia di Vicenza, e da un lato il terzetto rossocrociato Luescher, Hauswirth, Wyder ha messo in fila danesi e svedesi, mentre tra gli uomini gli eroi di giornata sono stati Jonas Leandersson, Fredrik Johansson e Gustav Bergman che sotto la pioggia battente hanno conquistato il secondo oro svedese in questi Campionati ai danni di Svizzera e Francia.

Le prime a schierarsi in partenza sono state le ragazze e la prima frazione è stata di sostanziale equilibrio, con Svizzera però già in risalto e 31” di vantaggio registrati al primo cambio. Quando Ida Bobach (DEN) e Annika Billstam (SWE), rispettivamente argento e oro della gara Middle di ieri, hanno iniziato la loro gara il folto pubblico raccolto in zona partenza si è fatto sentire e le due hanno fin da subito spinto a fondo l’acceleratore, con i distacchi nei confronti delle avversarie che si facevano parecchio significativi.

Al terzo cambio in arena la Billstam era avanti di soli 11” sulla Bobach, mentre la Svizzera accusava un ritardo di 2’17”. A quel punto era il turno di Judith Wyder, due ori già al collo in questi Mondiali e tanta voglia di fare tris. Sono bastate 5 lanterne e qualche errore di troppo di Alexandersson e Alm, e la Wyder era già davanti. Alla decima lanterna le tre di testa erano insieme, al controllo successivo la Svezia lasciava troppi secondi sul terreno e la fuga verso l’oro era tra Alm e Wyder, con la seconda che aveva il piglio giusto per portare la sua Svizzera anche in cima al medagliere con tre ori.

La gara maschile ha visto subito Francia, Svezia e Svizzera piazzarsi a fare le lepri e chilometro dopo chilometro il loro vantaggio sugli avversari è cresciuto costantemente. Nella seconda frazione gli scandinavi con Johansson perdevano una quarantina di secondi dalla testa di gara, prontamente recuperati poi sui francesi leggermente imprecisi. La Svizzera, nel frattempo, approfittava della situazione con Daniel Hubmann che si destreggiava con precisione tra la boscaglia vicentina, e all’ultimo cambio in arena si presentava con poco meno di un minuto di vantaggio su Francia e Svezia appaiate. Gustav Bergman però non ci stava e si piazzava in cabina di regia, danzando tra gli alberi noncurante di pioggia o altri contendenti da recuperare. Il suo è stato un capolavoro di rincorsa prima e sorpasso “mondiale” poi su Matthias Kyburz (SUI), secondo alla fine davanti al fuoriclasse francese Thierry Gueorgiou. L’oro svedese ha portato i gialloblu al secondo posto nel tabellone finale precedendo la Danimarca.

L’Italia oggi ha centrato il 15° posto con il terzetto formato da Klaus Schgaguler, Mikhail Mamleev e Manuel Negrello, mentre al femminile Carlotta Scalet, Maria Novella Sbaraglia e Michela Guizzardi hanno chiuso in 23.a posizione.

La giornata odierna a Campomulo ha chiuso la settimana di WOC-WTOC 2014 e gli apprezzamenti da parte di squadre, atleti e appassionati presenti nelle varie location di gara nei confronti degli organizzatori italiani sono stati unanimi. Nemmeno il meteo, decisamente poco estivo di questi giorni su Trentino e Veneto, ha rovinato la festa di migliaia di presenti.Oggi si è anche chiusa la “5 Days of Italy” cui hanno preso parte oltre 2000 orientisti provenienti da tutti il mondo.

Stasera Lavarone (TN) ospita la cerimonia di chiusura del WOC-WTOC 2014, il primo torneo iridato di orienteering mai organizzato in Italia.

RISULTATI
Staffetta – Campomulo
Femminile

1. SVIZZERA (Sara Luescher, Sabine Hauswirth, Judith Wyder) 111:21

2. DANIMARCA (Emma Klingenberg, Ida Bobach, Maja Moeller Alm) 111:32

3. SVEZIA (Helena Jansson, Annika Billstam, Tove Alexandersson) 113:56

4. NORVEGIA (Heidi Bagstevold, Tone Wigemyr, Mari Fasting) 115:45

5. FINLANDIA (Sofia Haajanen, Saila Kinni, Minna Kauppi) 119:03

Maschile

1. SVEZIA (Jonas Leandersson, Fredrik Johansson, Gustav Bergman) 116:49

2. SVIZZERA (Fabian Hertner, Daniel Hubmann, Matthias Kyburz) 117:58

3. FRANCIA (Frederic Tranchand, Francois Gonon, Thierry Gueorgiou) 118:03

4. NORVEGIA (Oystein Kvaal Osterbo, Carl Godager Kaas, Olav Lundanes) 123:48

5. FINLANDIA (Mikko Siren, Pasi Ikonen, Marten Bostrom) 123:49


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136