QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campione d’Italia: Malagò chiude la grande serata “Notte delle Stelle” al casinò

martedì, 30 settembre 2014

Campione d’Italia – Il presidente del Como Giovanni Malagò ha chiuso la “Notte delle Stelle” al casinò di Campione d’Italia. L’intervento del presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha chiuso una edizione davvero speciale della “Notte delle Stelle”, organizzata dal GLGS (Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi)-USSI Lombardia al Casinò di Campione d’Italia, partner dell’iniziativa e del Premio fotografico “Momenti di Sport-Campione d’Italia”.

La presenza di Malagò, al termine di una giornata “strana” vissuta in Lombardia ma con una attenzione particolare a Roma da dove gli è arrivata la notizia della squalifica di 16 mesi inflittagli dalla Disciplinare della FeCasinò di Campione d'Italia serata "Momenti di Sport"dernuoto, ha arricchito una serata che già aveva avuto personaggi di primo piano fra i premiati e fra gli ospiti e che ha confermato, come hanno sottolineato sia l’a.d. del Casinò, Carlo Pagan, che il presidente del GLGS, Gabriele Tacchini, la validità di una partnership che si va consolidando di anno in anno.

Con la conduzione di Mino Taveri, hanno ricevuto, nell’ordine, la moneta celebrativa di Campione d’Italia in conio speciale il rugbista italo-neozelandese Paul Griffen, che ha appena chiuso la carriera con il quarto scudetto con il Calvisano; il nuotatore paralimpico Federico Morlacchi, cinque medaglie d’oro in cinque gare ai recenti europei; l’ex difensore ed ex team manager dell’Inter Ivan Ramiro Cordoba, particolarmente impegnato nel sociale; il neo capitano nerazzurro Andrea Ranocchia, diventato uno dei punti fermi della nazionale di Antonio Conte; il nuovo team manager azzurro Lele Oriali, colui che sul campo prima e come dirigente poi ha davvero impersonato “una vita da mediano”; la star per eccellenza dell’atletica, Fiona May, ora dirigente impegnata sia sul fronte Coni che su quello Figc; il ct del ciclismo Davide Cassani, direttamente reduce dalla prima esperienza alla guida della Nazionale al mondiale di Ponferrada; il col.Vincenzo Parrinello, comandante del Gruppo sportivo Fiamme Gialle “che contribuisce in maniera determinante ai successi dello sport italiano”; Tania Cagnotto, anch’essa rappresentante delle Fiamme Gialle, emblema dello sport azzurro vincente al femminile.

All’appuntamento è venuto a mancare solo Fabio Aru per complicazioni logistiche legate al rientro dal mondiale e alla vigilia della Milano-Torino, dove comunque riceverà il premio dalle mani di Pier Augusto Stagi, direttore di Tuttobici e consigliere del GLGS.

La sfilata di campioni ed ex campioni ha fatto da corona alla premiazione dei vincitori del concorso fotografico “Momenti di sport-Campione d’Italia”: primo premio ad Alessandro Trovati (un bis del 2012), secondo a Luca Bruno, terzo a Giovanni Auletta; menzioni speciali ad Antonio Calanni, Daniel Dal Zennaro, Pierre Teyssot e, per una foto fair-play legata al Premio Gentleman, Massimiliano Vitez.

Fra gli ospiti presenti, l’assessore allo sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, l’assessore del Comune di Campione d’Italia, Mariano Zanotta, il presidente dell’Azienda di Soggiorno, Simone Verda, il generale Antonio Pennino, comandante Esercito Lombardia, il presidente del Coni regionale Pierluigi Marzorati, il presidente della Lega Calcio e vicepresidente vicario della Figc, Maurizio Beretta,  i dg della Lega di serie B, Paolo Bedin, e dell’Inter, Marco Fassone, il presidente della Ficts e membro della commissione cultura del Cio, Franco Ascani, i responsabili regionali in ambito CONI della Scuola dello Sport, Marco Riva, e dei Gruppi di Lavoro, Daniele Gilardoni, e per il mondo giornalistico il segretario della FNSI, Franco Siddi, con i vicesegretari Luigi Ronsisvalle e Daniela Stigliano, i presidenti dell’AIPS, Gianni Merlo, dell’Ordine lombardo, Gabriele Dossena, e della Fondazione Circolo della Stampa, David Messina.

Nel corso della serata è stato proiettato uno spezzone del film documentario su Silvio Piola, che sarà presentato al prossimo festival del film sportivo di Milano.

Giovanni Malagò, oltre a precisare che la vicenda personale della squalifica (“illogica”), in ambito FIN,  non inciderà sul suo lavoro al CONI, ha rivendicato la sua continua attenzione al territorio, sottolineando l’entusiasmo con il quale in Lombardia opera Pierluigi Marzorati.

Carlo Pagan ha ricordato quanto il Casinò di Campione sia legato allo sport e i positivi risultati che quest’anno “lo hanno collocato al primo posto in Italia”. Gabriele Tacchini ha ribadito che il successo del premio fotografico e della “Notte delle stelle” testimonia la validità della collaborazione con Campione d’Italia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136