QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campione d’Italia: il tenore Ottavio Palmieri e il mezzo soprano Yuliya Grote sul palco del casinò

martedì, 21 ottobre 2014

Campione d’Italia – La lirica a Campione d’Italia. Tra prelibatezze dalla cucina alle note dei grandi maestri della musica una serata di classe. Sabato 25 ottobre – alle 20.30 – salgono sul palco il tenore Ottavio Palmieri e il mezzo soprano Yuliya Grote.OTTAVIO PALMIERI 1

Un ricordo a Verdi, passando da Puccini e Mascagni, senza dimenticare Tosti, per poi oltrepassare i confini e andare ad ascoltare le arie sulle note di Bizet, Lehar e Tchaikovsky un viaggio nella musica del passato che ancora oggi cattura l’attenzione di tanti intenditori. Sabato prossimo nel Salone delle Feste –  a partire dalle 20.30 – con la cena di gala, è in programma una serata “classica”, ma solo per la musica che verrà proposta. Il concerto vedrà come interpreti il duo con il tenore Ottavio Palmieri e dal mezzo-soprano Yuliya Grote. Dopo le prelibatezze eno gastronomiche l’eleganza dei brani musicali per intrattenere. Ottavio Palmieri è sicuramente un punto di riferimento nella storia della musica con le sue grandi interpretazioni, è stato ed è tuttora applaudito in tutto il mondo. Ottavio Palmieri – nasce in Svizzera a Locarno, inizia a studiare musica e canto lirico nel 1993, con il baritono Carlo Meliciani, in seguito si perfeziona tecnicamente con Rita Patané. Tenore dotato di temperamento e di grandi capacità vocali, è noto per il timbro squillante della sua voce ricca di armonici e la straordinaria facilità nelle parti acute, grande è la sua passionalità e coinvolgimento emotivo, che sa trasmettere durante ogni sua interpretazione.Il suo repertorio spazia dal genere cameristico fino alla musica sacra e al melodramma. Nel Sacro predilige, Petite Messe Solennelle di G.Rossini, Messa da Requiem di G.Verdi, Messa da Requiem di W.A.Mozart e la Messa da Requiem di R.Leoncavallo, ricostruita da frammenti ritrovati nel Fondo R.Leoncavallo di Locarno dal compositore Jòzsef Acs, il quale è riuscito magistralmente a terminare il lavoro, per i festeggiamenti del novantesimo dalla scomparsa del grande Maestro. Nell`estate del 2009 viene affidata a Ottavio Palmieri, la promozione della prima esecuzione mondiale, di cui sarà solista.

ESCLUSIVA DEL CASINO’
Sabato 25 ottobre sarà una serata per veri intenditori che proporrà in esclusiva per il Casinò di Campione d’Italia:
Musica proibita – tenore – di Stanislao Gastaldon
Meine lippen (dalla Giuditta) – mezzo soprano – di Franz Lehar
L’alba separa dalla luce l’ombra – tenore – di Francesco Paolo Tosti
Chancon Bohémienne (dalla Carmen) – mezzo soprano – di Georges Bizet
Recondita armonia (dalla Tosca) – tenore – di Giacomo Puccini

Tu che m’hai preso il cor (dall’operetta Il paese del sorriso) – duetto – di Franz Lehar
Addio fiorito asil (dalla Madama Butterfly) – tenore – di Giacomo Puccini
Tace il labbro (dall’operetta La vedova allegra) – duetto – di Franz Lehar
Ne poi krasaviza pri mne – mezzo soprano – di Pyotr Ilyich Tchaikovsky
La mia letizia infondere (da I lombardi alla prima crociata) – tenore – di Giuseppe Verdi
O don fatale (da Don Carlo) – mezzo soprano – di Giuseppe Verdi
Addio alla madre (da Cavalleria rusticana) – tenore – di Pietro Mascagni
Ah! lo vedi che hai tu detto? (da Cavalleria rusticana) – duetto – di Pietro Mascagni


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136