QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campionato del mondo di Mountain bike orienteering. Ecco gli azzurri

giovedì, 22 agosto 2013

Trento – Scatta il Campionato del mondo e il C.t della nazionale di Mountain Bike Orienteering Daniele Sacchet, ha diramato la lista dei convocati. Sono Luca Dallavalle (GRONLAIT ASD), Piero Turra (ASD G.S. PAVIONE) e Giaime Origgi (I.K.P. Prato) per la squadra assoluta maschile. Laura Scaravonati (G.S. FORESTALE) per quella femminile. A questi si aggiunge lo Junior Fabiano Bettega (ASD G.S. PAVIONE). “Siamo ad una nuova ed importante vigilia – spiega il coach – e dopo un’annata ricca di avvenimenti e vicende, agonistiche e personali, siamo riusciti ad arrivare pronti all’appuntamento clou della stagione. Con questa frase mi riferisco al fatto che con una sola atleta professionista in squadra e tanti impegni personali e lavorativi dei singoli, non è semplice condurre il team in modo compatto verso un obiettivo”.

IL GRUPPO

La rappresentativa è comunque pronta grazie ad un lavoro di programmazione accurato. “Direi che ormai vantiamo una certa esperienza internazionale e non ci sono state problematiche legate all’ansia da evento. Arriveremo in Estonia 3 giorni prima dell’inizio ufficiale delle competizioni, sfruttando così l’opportunità di saggiare il terreno di gara”.  Bene è andato lo stage di preparazione in Francia: “Una bella occasione di training su mappe molto simili a quelle del Mondiale. Esperienza utile che spero possa dare buoni frutti. Diverso l’avvicinamento di Dallavalle che invece ha preferito gareggiare mtb o turra scaravonati dallavallein Svizzera. L’azzurro arriva in condizioni migliori rispetto all’Ungheria di un anno fa, dove ebbe un passaggio a vuoto. Giaime Origgi si è invece avvicinato a fari spenti, correndo poco, ma è un atleta che conosco e so che si è preparato bene. Stesso discorso per Piero Turra. Tra le donne Laura Scaravonati è stata 2 settimane in altura a Livigno, lei è il nostro punto di riferimento nel settore femminile”.

IL FUTURO

Infine uno sguardo ai giovani. “Fortunatamente è salito alla ribalta un promettente Fabiano Bettega, a cui chiediamo solo di fare esperienza e rubare il mestiere ai più vecchi. Aspettiamo invece Marco Bonazzi, che quest’anno si è infortunato e non sarà con noi in Estonia”. Ora è però tempo di pensare alle gare. “Non voglio che i nostri si sentano appagati per essere arrivati sin qui, in un’annata che li ha visti cogliere varie soddisfazioni anche agli Europei. Ora è tempo di essere cattivi e concentrarsi sulle singole gare, tutte. Nel nostro settore non esiste la specializzazione”.

 IL PROGRAMMA

Martedì 27 agosto – Sprint
La gara ha sia un’area prettamente urbana sia un’area di bosco con numerosi sentieri, aree aperte, edifici ed altre costruzioni fatte dell’uomo.

Mercoledì 28 agosto – Middle
Una parte della gara Middle è completamente piatta e situata in una rete regolare di strade. L’altra parte è moderatamente collinare, caratterizzata da creste strette e ripide e depressioni con una profondità relativa fino a 35 metri.

Giovedì 29 agosto – Rest day

Venerdì 30 agosto – Staffetta

Sabato 31 agosto – Long Distance

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136