QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campionato italiano di sci della Protezione Civile: la XII^ edizione in Val di Fiemme da domani a domenica. Sabato il convegno

martedì, 27 gennaio 2015

Val di Fiemme – Da domani a domenica 1 febbraio si svolge in Val di Fiemme il XII Campionato di sci della Protezione Civile. Il Trentino si prepara ad ospitare il Campionato italiano di sci della Protezione Civile.

La Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e con la Rivista “La Protezione Civile Italiana”, organizza infatti il 12° Campionato italiano di Sci della Protezione Civile, che si terrà nei giorni 28 – 29 – 30 – 31 gennaio e 1 febbraio 2015 in val di Fiemme. Il programma è stato presentato  dall’assessore provinciale alla Protezione Civile TizianoCampionato Protezione CivileMellarini.

Oltre alle gare di slalom gigante e snowboard, sull’alpe di Pampeago, di fondo, al Passo di Lavazé, sono in programma anche un convegno (sabato 31 gennaio alle 17.30 al Palafiemme di Cavalese) sul ruolo del volontariato nella Protezione Civile, oltre a escursioni, con gli sci e con le “ciaspole”, le racchette da neve, e momenti di socializzazione e divertimento. “Dopo il grande successo dei campionati per Vigili del Fuoco di Madonna di Campiglio – ha detto l’assessore Mellarini – nei prossimi giorni il Trentino ospiterà un altro evento di livello nazionale, mettendo in mostra una macchina organizzativa di prim’ordine e una capacità attrattiva del territorio senza pari. Tra i tanti appuntamenti in programma, di particolare importanza sarà il convegno tecnico che vedrà la partecipazione del Prefetto Franco Gabrielli e ci porterà dentro tematiche di grande importanza ed attualità soprattutto in vista dell’impegno che attende il Trentino a partire dai prossimi mesi. Il tema scelto riguarda l’apporto del volontariato e le prospettive organizzative e operative per il futuro. Si entrerà nel merito di scelte che dovremo affrontare a breve. A partire dal prossimo mese di maggio il Trentino assumerà l’incarico per i prossimi due anni di coordinamento della commissione speciale per la Protezione civile all’interno della Conferenza unificata. Abbiamo davanti quindi un lavoro importante da fare”.

“Oltre a questo campionato – ha aggiunto Roberto Bertoldi, dirigente generale del Dipartimento Protezione Civile della Provincia – altri due si terranno in Trentino. Per noi sarà un bell’impegno ma anche una sfida entusiasmante perché ci teniamo a fare bella figura. Anche questa edizione porterà un bel momento di confronto su tematiche tecniche e organizzative con i colleghi di tutta Italia”.  ”Sono circa un migliaio – ha aggiunto la dirigente della Centrale Unica di Emergenza Luisa Zappini – le persone attese per il campionato ospitato dalla Val di Fiemme; di questi 120 saranno i trentini. Sarà un’altra bella prova di collaborazione tra componenti diverse della Protezione Civile”.

Al presidente della Federazione dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari Alberto Flaim, il compito di fare un bilancio dei campionati italiani per Vigili del Fuoco che si sono tenuti pochi giorni fa a Madonna di Campiglio.Il successo dell’iniziativa risiede non solo nei suoi contenuti agonistici ma anche nell’essere un momento di aggregazione e confronto gradito agli operatori della Protezione Civile, che arriveranno da tutta Italia, e dai loro accompagnatori. Per il prefetto Franco Gabrielli, capo del Dipartimento nazionale della Protezione Civile, sarà un’occasione per confrontarsi anche sulla trasformazione in atto nel Paese e nell’ambito della Protezione Civile. Per l’assessore alla protezione civile della Provincia autonoma di Trento Tiziano Mellarini “Al di là del valore sportivo, la manifestazione rappresenta un momento di condivisione e di riscoperta dello spirito di appartenenza da parte di coloro che compongono l’articolato sistema della protezione civile”.

L’apertura ufficiale sarà giovedì 29 alle 17.30 con il ritrovo presso il Palafiemme e la sfilata delle Regioni verso piazza Verdi a Cavalese, a cui seguirà la cerimonia di apertura. Venerdì ci sarà la gara di slalom gigante, sabato quelle di fondo e di snowboard. Nel pomeriggio si terrà anche il convegno, che si preannuncia come sempre come un importante momento di approfondimento su alcuni dei temi più attuali. Sabato 31 gennaio la giornata si concluderà con una festa a partire dalle ore 21.30 presso lo Sporting Center a Predazzo, all’interno della quale ci sarà la premiazione delle squadre regionali.

Il convegno: Volontariato e Protezione Civile Attuale struttura organizzativo-operativa. Quali prospettive future.

L’obiettivo atteso, con questo convegno, è di:

1. fornire indicazioni chiare sull’attuale assetto normativo del volontariato di Protezione Civile per quanto riguarda:
- iscrizione nell’elenco nazionale delle Organizzazioni di volontariato
- evoluzione del DPR 194/2001
- attivazione e partecipazione del volontariato alle attività di Protezione Civile
2. offrire un confronto su come le Regioni e Province Autonome hanno organizzato le proprie strutture di Protezione Civile e sul ruolo delle organizzazioni di volontariato
3. illustrare quali possibili scenari futuri si prospettano nelle nuove proposte normative
Moderatore: Franco Pasargiklian

Interventi e Relatori:

Saluti delle autorità.

“Organizzazione del volontariato di PC oggi: iscrizione nell’elenco nazionale – attivazione – partecipazione”.
(Titti Postiglione – dipartimento Protezione Civile nazionale)

“Il volontariato: punto di vista e questioni aperte. ”
(Simone Andreotti – Presidente Consulta Nazionale del Volontariato)

“Modelli organizzativi regionali: esperienze.”
(Gregorio Manucci Unità organizzativa Protezione Civile Lombardia – Roberto Tonellato Direttore PC Veneto -Roberto Bertoldi Direttore PC Trentino)

“Scenari futuri e futuribili.”
(Capo Dipartimento DPC – Franco Gabrielli)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136