QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Campionati di Pesca con la Mosca: sul Sarca la Repubblica Ceca vince il titolo europeo

martedì, 29 settembre 2015

Comano – Con 453 pesci pescati e poi ributtati in acqua, secondo la tecnica del «catch and realese» la Repubblica Ceca si è aggiudicata il titolo di Campione d’Europa ai XXI Campionati di Pesca con la Mosca che per una settimane hanno animato le rive del fiume Sarca e del lago di Nembia.

Al secondo posto la Francia, al terzo la Polonia. Campione assoluto europeo Heimlich Roman, sempre della squadra ceca, che ha preceduto il francese Sébastien Delcor e il compagno di squadra Adam Tomas.

Grande la soddisfazione fra gli organizzatori, in particolare la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee, il Comitato Trentino e l’Azienda per il Turismo Terme di Comano, per l’ottima riuscita della manifestazione che ha fatto registrare il record assoluto di pesci pescati, ben 3.174.

Alla cerimonia di chiusura alle Terme di Comano, passaggio del testimone alla Polonia, sede del campionato 2016.

E’ calato il sipario sul XXI Campionato Europeo di Pesca a Mosca che ha visto sfidarsi, sulle rive del fiume Sarca e del lago di Nembia, nelle Giudicarie, i maggiori campioni europei di una disciplina sportiva che sta conquistando un numero crescente di appassionati, rappresentanti di 12 nazioni europee.

Ad aggiudicarsi il titolo di campione europeo la squadra della Repubblica Ceca, con 453 pesci pescati e poi ributtati in acqua, secondo appunto la tecnica del «catch and realese» che cattura e poi libera i pesci. Medaglia d’argento per la Francia con 382 pesci, che a preceduto la Polonia con 382 pesci. Solo sesta purtroppo l’Italia, nonostante la rimonta delle ultime giornate.

Una menzione speciale l’hanno ottenuta Svezia e Norvegia per le due uniche squadre femminili presenti. Ceco anche il campione europeo a cui va il titolo individuale: il vincitore è Heimlich Roman, che ha preceduto il francese Sébastien Delcor e un altro ceco Adam Tomas. Decimo Valerio Santi, il primo degli italiani. Fra le donne a vincere è la svedese Asèn Kerstin.

3177 i pesci pescati, record assoluto di tutte le edizioni di Campionati Europei fin qui disputati. Del francese Stephane Poirot il record del pesce più lungo, con ben 58 centimetri.

Ma al di là dei risultati, quello che va in archivio è un Campionato Europeo combattuto e ricco di soddisfazione per gli organizzatori.

Alla Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee, con il Comitato Trentino, e all’Azienda per il Turismo Terme di Comano Dolomiti di Brenta sono arrivati i complimenti per l’ottima organizzazione dell’evento, che ha saputo regalare giornate di sano sport agonistico, ma anche momenti di incontro e di convivialità per avvicinare il grande pubblico a questa disciplina sportiva che fa del rispetto dell’ambiente la sua missione principale.

Un Campionato che si chiude anche con il buon riscontro di pubblico e il riconoscimento da
parte di tutti i pescatori in gara del fiume Sarca e del lago di Nembia come luoghi ideali per la pratica della pesca a mosca.

Un riconoscimento che fa bene alla Comano ValleSalus che ha scelto, grazie anche al contributo della Comunità di Valle, di puntare sulla pesca come motivazione di vacanza e come disciplina per eventi sportivi a misura di territorio.
Una Comano ValleSalus che ora passa il testimone alla Polonia, nazione che ospiterà il Campionato Europeo di pesca a mosca 2016.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136