Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Camp Freeride, nel weekend evento a Lizzola. Il programma

venerdì, 23 febbraio 2018

Lizzola – Nel weekend è in programma a Lizzola (Bergamo) il Camp Freeride, con lo scopo principale di avvicinare, formare e rendere consapevoli presenti e futuri freeride. L’idea è far capire alle persone che essere pronti sempre a ciò che si ha davanti è fondamentale per non trovarsi mai in pericolo e che la prontezza è l’elemento che permette di tornare tutti a casa sani e salvi.

Lizzola freeride 2018 01

Presentazione – Stefano Pezzotta è un maestro di sci della Lombardia dal 2009 e allenatore federale di secondo livello dal 2010, da diversi anni si avvale dell’attrezzatura Fischer prima a scopo agonistico (dal 2005) e in seguito a livello lavorativo, alle spalle oltre all’attività di maestro e allenatore dello sci club Goggi ha esperienza dell’organizzazione di camp di Freeride personali.

Quest’anno è nata l’idea di organizzare un Camp dove oltre alla propria esperienza si avrà la presenza di una Guida Alpina locale e uno Skier locale legato all’attività imprenditoriale della valle. Nasce quindi la volontà non solo di promuovere e lanciare la stazione sciistica che molto bene si presta all’attività del freeride ma anche di voler trasmettere una cultura verso lo sci fuori pista da diversi punti di vista: tecnico (a seconda dei livelli ma con l’obiettivo di far avvicinare tutti verso uno sci moderno, fatto di velocità e tricks), nozionistico ( legato a capire le condizioni meteo, nivologiche etc), materiali (sci, scarponi, materiale di soccorso e sopravvivenza) e di sicurezza (come muoversi nell’ambiente circostante in ogni situazione).

Programma del corso:

Sabato 24 mattino e pomeriggio:

• Accoglienza presso Meublé Camoscio
• Controllo attrezzatura e utilizzo di base
• Nozioni sull’area sciabile
• Studio dei percorsi dal basso
• Sci freeride

Sabato 24 sera:

• lezione teorica presso Meublé Camoscio su utilizzo attrezzatura soccorso, composizione ideale dello zaino e dell’attrezzatura di un freerider, nivologia, meteorologia.
• Cena, festa e pernottamento

Domenica 25 mattino:

• Sci freeride, valutazione pendii, ricerca di pendii ideali per eseguire tricks, analisi della valutazione effettuata dai rider e tanto divertimento.

Domenica 25 pomeriggio:

• Prova pratica a tempo di utilizzo attrezzatura di soccorso in situazione più reale possibile ovviamente in piena sicurezza.
• Prove pratiche con diversi materiali per comprendere la reazione della sonda durante il suo utilizzo.
• Osservazione e prove di carico per analisi del manto nevoso (blocco di slittamento etc.).
• Conclusioni e saluti finali.

GLI OBIETTIVI

Lo scopo principale di avvicinare, formare e rendere consapevoli presenti e futuri freerider su questa splendida disciplina che si può svolgere in totale sicurezza e facilità ovviamente se si rispettano alcune semplici regole: essere dotati di adeguata attrezzatura, saper analizzare i dati meteo e dove reperirli, saper entrare nel mondo della montagna sempre in modo rispettoso.

L’idea è quella di far capire alle persone che essere pronti sempre a ciò che si ha davanti è fondamentale per non trovarsi mai in pericolo e eventualmente nella disgrazia che la prontezza è l’elemento che permette di tornare tutti a casa sani e salvi.

Ulteriore scopo è quello di appassionare più possibile le persone creando un mondo sicuro dove esse si possano muoversi fino a renderle sicure e vogliose di continuare la propria crescita tecnica e di frequentazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136