QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Boario Terme, svelato il progetto del Consorzio turistico camuno

giovedì, 25 gennaio 2018

Darfo Boario Terme – Svelato il progetto per la costituzione del “Consorzio per la promocommercializzazione turistica della Valle Camonica. La Valle dei Segni“.

L’altra sera nella sala blu del Centro Congressi di Boario Terme è stato illustrato dal sindaco di Darfo Boario Terme (Brescia), Ezio Mondini, con la collaborazione di Sergio Cotti Piccinelli della Comunità  Montana Valle Camonica e Giovanni Maculotti della DMO, il piano per la nascita del Consorzio per lo sviluppo turistico, che potrà partecipare al bando della Comunità Montana dello scorso 21 dicembre.

L’ipotesi indicata dal primo cittadino è coinvolgere le diverse associazioni della città camuna, e creare un Consorzio con PontediLegno-Tonale ed eventualmente con un’istituzione della Media Valle.

Darfo Boario Consorzio

L’idea è quindi creare un Consorzio stile ATI (Associazione Temporanea Impresa) per aprire una nuova strada di sviluppo del turismo camuno. In quest’ottica saranno coinvolti tutti gli operatori, in particolare commercianti, associazioni e gruppi già presenti sul territorio. L’adesione – secondo quanto svelato – potrebbe oscillare da 100 a 1000 euro, secondo la tipologia di attività.

La prima ad intervenire è stata Loretta Tabarini, presidente di PromAzione 360, che ha dato la propria disponibilità e avanzato la proposta di offrire la sede di via Tassara per ospitare il Consorzio. Altri operatori e presidenti di associazioni sono poi intervenuti. Il sindaco Mondini ha rimarcato: “Quella del Consorzio del turismo è un’opportunità a cui teniamo in modo particolare“.

I prossimi passi: definire lo Statuto del Consorzio e aderire al Bando della Comunità Montana Valle Camonica. I tempi stringono e già nella prossima settimana ci saranno incontri operativi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136