Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Arco: in 800 al via dell’edizione 2020 del Garda Trentino Trail

giovedì, 17 settembre 2020

Arco – Federico Pellegrino l’azzurro campione del mondo di fondo ospite d’onore del V Garda Trentino Trail. In 800 al via.

Il Garda Trentino Trail è pronto per vivere la sua quinta edizione. E saranno 800 gli atleti che sabato 19 settembre si misureranno sulle quattro distanze disegnate tra le bellezze paesaggistiche del Garda Trentino e della Valle di Ledro. Un sold out arrivato nonostante tutto il pandemio degli ultimi mesi capace di scombussolare anche il mondo dello sport e in molti casi frenarne totalmente lo slancio organizzativo (da sinistra Paternostro, Viesi, Failoni, Demadonna e Benedetti, in primo piano Don Franco Torresani nella foto credit Nicer).

Da sinistra Paternostro, Viesi, Failoni, Demadonna e Benedetti, con in primo piano Don Franco Torresani credit foto NicerA nobilitare l’impegno del comitato organizzatore ci sarà il campione iridato e vicecampione olimpico di sci nordico Federico Pellegrino. L’azzurro già ospite più volte in passato della valle di Ledro sarà ospite d’onore e protagonista per tutti il fine settimana. Ma in gara ci saranno alcuni grandi protagonisti del panorama del Trail running, a cominciare da Franco Collè (Team Hoka One One), primatista di ascesa e discesa dal Monte Rosa che sarà impegnato nel Ledro Trail insieme al trentino Christian Modena (Team LaSportiva) mentre la distanza maggiore vede tra gli iscritti il campione uscente Enzo Romeri (Team CMP / Hoka) e Jimmy Pellegrini (Team Hoka One One). Per motivi legati agli accordi con la propria federazione, Federico Pellegrino (Fiamme Oro) non potrà essere in gara, ma sarà comunque vicino a tutti i protagonisti del Garda Trentino Trail.

Novità per le distanze di gara: ora sono quattro: alle distanze tradizionali di 60, 42 e 30 Km si aggiunge la novità degli 11 chilometri con relativi dislivelli a decresce e percorsi tracciati tra le sponde dei tre laghi della zona: Garda, Ledro e Tenno. Inizialmente previsto a metà maggio, il Garda Trentino Trail ha trovato nuova collocazione nel cuore di settembre: un segnale importante – ha spiegato il presidente Matteo Paternostro – per dare continuità all’evento ma soprattutto per dare un segno di rinascita in un periodo assolutamente difficile. E fornire il nostro piccolo contributo al territorio che sinora ha creduto in noi dandoci prezioso supporto”

Il Garda Trentino Trail 2020 è stato presentato stamane in Piazza III Novembre ad Arco, alla presenza dell’assessore provinciale Roberto Failoni, del presidente dell’APT Garda Trentino Marco Benedetti, del presidente dell’APT Valle di Ledro Maria Demadonna, del presidente di FIDAL Trentino Fulvio Viesi e di Emiliano Stoppini in rappresentanza della Cassa Rurale Alto Garda.

A dare il benvenuto agli ospiti è stato il presidente del Comitato Organizzatore, Matteo Paternostro. “Essere qua in questo momento dopo quanto passato è qualcosa di meraviglioso. Ci dà la possibilità di respirare un minimo di normalità, pur tra tante regole da rispettare. Tradisco un po’ di emozione, perchè ad aprile quando abbiamo deciso di provare ad organizzare la manifestazione nonostante i problemi dell’emergenza, il sogno era proprio quello di poter superare le difficoltà e ritrovarci ancora una volta al via. E ci siamo riusciti. Inoltre gli ottimi rapporti con il nostro sponsor tecnico Hoka One One permetteranno di avere con noi per l’intero fine settimana il vicecampione olimpico Federico Pellegrino oltre a tanti atleti di spicco, compreso il triatleta trentino Alessandro Degasperi”.

L’assessore provinciale Roberto Failoni si è espresso con grande calore: “Mi piace pensare di essere già entrati in una fase di normalità. Non era scontato assistere all’organizzazione di un simile evento e voglio complimentarmi con Matteo Paternostro ed il suo staff per l’impegno. Il 2020 è stato un anno particolare, ma vogliamo guardare con fiducia al 2021 e non c’è messaggio migliore del Garda Trentino Trail per dare un segno di normalità. Credo che l’emozione del presidente rispecchi questi sentimenti: è stato difficile ma il numero degli iscritti è importante ed avrà ricadute positive sull’intero territorio”.

Di fronte all’emergenza, Garda Trentino Trail ha trovato nel giro di pochi giorni una soluzione perfettamente adattata alle esigenze e ai protocolli, come ricorda lo stesso Paternostro. “Sono cambiate alcune cose, a cominciare dalla sede della partenza, unificata ad Arco per tutte le distanze, le tre classiche più una prova corta di 11 chilometri che potrà così fare il proprio debutto. Per il secondo anno la gara è inserita nel calendario eventi FIDAL e mi sento di ringraziare la federazione per il sostegno ricevuto”.

Un ringraziamento che il presidente Fulvio Viesi ha restituito con gli interessi: “E’ un grande piacere essere qui. Mi sento di rivolgere un grande grazie agli organizzatori del Garda Trentino Trail perché hanno avuto il coraggio di mettersi in gioco. Quando c’è questo coraggio, questo cuore e questa passione ogni ostacolo e difficoltà può essere superato ed il Comitato FIDAL Trentino ha fatto il possibile per essere vicino agli organizzatori”.

Maria Demadonna, presidente dell’APT Valle di Ledro ha sottolineato come “la collaborazione tra i territori è fondamentale per garantire eventi di questo tipo e mi preme rimarcarlo, al pari dell’impegno dei volontari, bene prezioso per la nostra realtà. È un segnale importante, verso la normalità”.

Le ha fatto eco Marco Benedetti, presidente dell’APT Garda Trentino. “Gli eventi sono grandi momenti promozionali. Siamo stati messi a dura prova in questi mesi e vivo questa presentazione come una sorta di rinascita. Le presenze di questi giorni ci stanno dicendo che la voglia di Outdoor è sempre maggiore e ringrazio vivamente gli organizzatori del Garda Trentino Trail per l’impegno ed il coraggio di voler andare avanti”.

Tutto pronto dunque per un sabato di grande sport che si aprirà già alle 7 di mattina con la partenza del Garda Trentino Trail che in 60 chilometri (3800 metri di dislivello) condurrà i protagonisti a risalire il sentiero della Ponale per approdare in Valle di Ledro, toccare il sito archeologico delle Palafitte di Molina e raggiungere quindi i 1600 metri di quota del Sentiero della Pace che sarà percorso tra Bocca Dromaè ed il Rifugio Nino Pernici gestito da Marco De Guelmi, da sempre vicino alla manifestazione. Quindi la lunga picchiata verso il Lago di Tenno e la successiva risalita sul Monte Calino da cui si proseguirà a bocca di Tovo per scendere quindi ad Arco e raggiungere così il traguardo in Viale delle Palme.

Un’ora più tardi, alle 8, scatterà il Tenno Trail che sulla distanza di 30 chilometri (1700 metri di dislivello) vedrà l’immediata risalita al verso i borghi medievali di Tenno per inserirsi all’altezza di Ville del Monte sul tracciato maggiore. Alle 9 quindi ecco il via del Ledro Trail: 42 chilometri (2500 metri di dislivello) tra Arco, Riva, la strada della Pinza fino a Campi di Tenno, con l’innesto sul tracciato principale all’altezza del sito archeologico di San Martino, sul Monte Tombio.

Ultimi a partire saranno quindi i protagonisti della Garda Trentino Run, la grande novità del 2020 che in 11 chilometri e 600 metri di dislivello toccherà il Monte Colodri per collegarsi con gli altri tracciati appena a valle dell’abitato di Padaro e percorrere quindi le placche del Monte Baone fino al traguardo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136