QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Arco: assegnati i titoli del Maxxis Campionato Italiano di Quad e Sidecar

martedì, 7 ottobre 2014

Arco di Trento – Un evento eccezionale a conclusione della stagione. Sulla splendida pista Ciclamino di Pietramurata si è svolto l’ultimo atto del Maxxis Campionato Italiano Quad e Sidecar cross, organizzato dal Moto Club Arco, che ha assegnato tutti i titoli delle singole classi, ad esclusione di quello della Elite Internazionale che era già stato vinto da Nicola Montalbini con una manche di anticipo, a Ponte a Egola.

quad (3)

Nonostante questo la battaglia sul terreno di gara c’è stata anche nella Internazionale visto che si cercava fra Guillem Ullastres e Daniel Vila, entrambi spagnoli, il vicecampione 2014 riconosciuto in Ullastres che si conferma al secondo posto della classe regina della specialità.

sidecar (4)

LE CLASSIFICHE

Nella Sport il titolo è andato a Matteo Migliori che bissa il successo di domenica scorsa nella FX2 del Campionato Italiano Quad. Anche in questo caso la sfortuna ci ha messo lo zampino visto che la battaglia era ristretta a tre piloti, il leader Varaldo, Migliori e Ruggeri.

Nella prima manche però Varaldo ha rotto la catena ed è rimasto a piedi dando il via libera a Ruggeri e Migliori che ad una sola manche dal termine del campionato si trovavano staccati di 4 punti in classifica.

Così l’ultimo atto della Sport ripartiva in uno stato di tensione inimmaginabile. E davvero succedeva di tutto, con Varaldo e Ruggeri in testa al gruppo che si toccavano e si giravano lasciando strada libera a Migliori che cedeva a Mattia Papa sul finale. Il giovane Papa finalmente vinceva una giornata di gara grazie al successo in Gara 2 mentre Migliori vinceva il titolo e lo regalava – il secondo nel giro di sette giorni – all’Errezeta.

La Veteran non aveva praticamente storia: Cristian Pinoli partiva in testa in entrambe le manche, le vinceva e conquistava il titolo lasciando a Rossetto la seconda posizione.

Per il Trofeo dopo la debacle di Silvano Grola che rompeva l’ammortizzatore del suo Suzuki sabato nelle prove libere e quindi non riusciva a prendere il via domenica, l’outsider Tiziano Sette si toglieva il gusto di vincere le manches e la giornata davanti a Cortese e Giaretta, mentre Grola che aveva comunque più di 100 punti di vantaggio si assicurava il Trofeo Centro Nord.

La Junior si risolveva a favore di Paolo Galizzi che vinceva entrambe le manche su Filippo Rossetto che in un primo momento provava a combattere contro il bergamasco ma poi cedeva e lasciava vittoria di giornata e titolo, che era già quasi sicuro, a Galizzi. Nicolò Roagna invece si porta a casa la vittoria per il Trofeo Junior 2014.

Infine i sidecar. Anche la rimonta disperata di Pozzi Ceresa non ha avuto storia perché Costa Porporao già vincendo la prima manche erano matematicamente campioni italiani.

Però i 7 equipaggi al via non si sono risparmiati e hanno dato vita ad una magnifica seconda manche dominata da Pozzi Ceresa ma con Compalati Piana, Righi Ravera, Costa Porpodro quadrato e Bernardini Bernardini scatenati, fino all’ultimo metro. Pozzi Ceresa conquistano la giornata ma lasciano il titolo italiano nelle mani di Costa Porporato. E ora tutta la concentrazione e il tifo italiano si spostano sulla Sfida delle Nazioni in programma nel prossimo week end a Markelo, in Olanda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136