QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica, sci e visite guidate all’Osservatorio eco-faunistico alpino. Le novità

mercoledì, 20 gennaio 2016

Aprica – Tanti appuntamenti nella località delle Orobie Valtellinesi: fa freddo, ma non per questo in montagna la vita si ferma. Andati in letargo molti animali, altri con la neve e le basse temperature convivono benissimo. Stambecchi e camosci diventano anche un’attrazione per turisti e appassionati di montagna.  C’è anche la possibilità di fare una tappa all’Osservatorio eco-faunistico alpino di Aprica, dove ogni anno fanno tappa migliaia di persone.

Osseervatorio Aprica

Intanto la stagione sciistica si è messa per il verso giusto e non solo nei week end. La recente nevicata, il bel tempo e il gran lavoro degli operatori della neve hanno generato un afflusso soddisfacente e un bel sospiro di sollievo da parte di chi ha creduto e investito nell’attività principe dell’inverno nostrano: lo sci.

Poi ci sono le settimane bianche e le prospettive per la seconda metà di gennaio e soprattutto a febbraio sono discrete, mentre tutte le speranze sono per un recupero di quanto perso tra Natale-Capodanno ad Aprica, in termini di passaggi sugli impianti. La voglia di sci e di paesaggi incantati è sempre elevata e il comprensorio Aprica-Corteno è attrezzato a rispondere alle esigenze di ogni sciatori, principiante o esperto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136