QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il Giro d’Italia 2015 ad Aprica: pubblico in delirio sul Mortirolo, sindaco e comitato organizzatore soddisfatti dell’evento

martedì, 26 maggio 2015

Aprica (A. Col.) – Pubblico della grandi occasioni, come a Madonna di Campiglio domenica, migliaia di persone all‘arrivo di tappa, ma anche sul Mortirolo e nei diversi paesi tra Trentino, Valtellina e Valle Camonica attraversati dal Giro d’Italia, da Pinzolo a Vermiglio, da Ponte di Legno a Vezza d’Oglio, Monno a Edolo, da Corteno Golgi a Mazzo e Tirano. (Nelle foto la festa ad Aprica, le autorità durante la cerimonia di premiazione, il pubblico sul Mortirolo al passaggio di Contador e Aru, l’arrivo di Landa e la maglia rosa all’arrivo)

“E’ stata una vetrina per la nostra località turistica”, ha commentato il sindaco di Aprica, Carla Cioccarelli, all’arrivo della tappa alpina. “Un vero e proprio tappone – commenta Gigi Negri, del comitato organizzatore di tappa – visto quanto è successo duraAprica Giro 2nte la gara. Il pubblico si è divertito e in massa ha raggiunto Aprica per l’arrivo di tappa”.

Soddisfatto anche il presidente della Provincia, Luca Della Bitta, che ha partecipato alla premiazione al termine della tappa, assieme al sindaco Cioccarelli e al suo vice Bruno Corvi.    

Una giornata straordinaria ad Aprica dove – nonostante il giorno feriale – sono salite migliaia di persone. Erano presenti i diversi team del Bresciano e Valtellina che hanno scelto la tappa Pinzolo-Aprica per assistere alle imprese dei campioni. E sia sul Mortirolo che sull’ultima salita da Corteno Golgi ad Aprica il divertimento è stato assicurato. “Un gran bel giorno – conclude Carla Cioccarelli –  in questa località il ciclismo è di casa”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136