QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica, concluso il lavoro dei tecnici FISO per i Campionati Italiani di Orienteering

sabato, 17 agosto 2013

Aprica - C’è chi nel periodo centrale di agosto lavora soltanto e chi fa esclusivamente vacanza. Ma c’è anche chi unisce lavoro e diletto. È il caso dei tracciatori della FISO Lombardia, che nell’imminenza dei Campionati Italiani di Corsa Orientamento Long e Staffetta, previsti ad Aprica dal 6 all’8 settembre 2013, nella seconda decade del mese per antonomasia dedicato alle vacanze, hanno trascorso poco meno di una settimana di lavoro al fresco nei boschi del Palabione per approntare i tracciati.aprica

Dopo il ritardo nello studio e l’individuazione dei medesimi, dovuto alla persistenza della neve fino a tarda primavera, finalmente tutto è ora pronto per l’evento d’inizio settembre, che sarà anche trasmesso da RaiSport. Il capo-tracciatore Francesco Giandomenico, coadiuvato dai colleghi Tommaso Civera e Paolo Grassi, ha appena lasciato Aprica, in attesa di ritornarci poco prima delle gare per posizionare le lanterne nei punti prestabiliti. Per due giorni è stato in loco anche il delegato tecnico Alexander Schuster, mentre il direttore di gara Ivano Benini, tiranese, è andato e venuto un po’ misteriosamente.

La novità principale è che i percorsi della gara a staffetta, quella della giornata finale, sono stati ricavati nella parte bassa del versante sud della conca di Aprica. Più precisamente, essi si snoderanno all’interno dell’area che va dalle Parade alla zona San Carlo di San Pietro. Lo hanno voluto soprattutto gli amministratori pubblici aprichesi (il Comune ha lavorato qualche anno per ottenere l’evento) per avere almeno una delle competizioni nazionali a ridosso dell’abitato, così da consentire una più massiccia prenza di spettatori sul coincidente luogo di partenza e arrivo, in zona Campetti.

In alta quota, al contrario, gli atleti scopriranno sabato 7 settembre i percorsi della Long, che nel caso della categoria élite (ben trenta quelle previste, dai 12 ai 75 anni di età) avrà uno sviluppo gara di circa 17 km. La partenza sarà in zona arrivo seggiovia del Palabione e l’arrivo nei pressi dello chalet a 1700 m.

Nel corso di qualche diversivo sportivo che si sono concessi, in particolare un’uscita in bici, i tracciatori hanno tra l’altro scoperto nei dintorni di Aprica altri luoghi a loro dire fantastici per la pratica della Corsa Orientamento. Da ultimo, c’è da registrare un auspicio-promessa del presidente regionale Giuseppe Ceresa, anch’egli presente in questi giorni all’Aprica: c’è la possibilità di portare nella località, l’anno prossimo o nel 2015, una gara di orienteering internazionale. Sempre che le istituzioni locali lo vogliano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136