QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Alessandro Rambaldini e Laia Andreu Trias vincono la 42a Ciaspolada a Passo Mendola. Risultati e classifiche

domenica, 4 gennaio 2015

Passo Mendola – Sono il bresciano Alessandro Rambaldini e la catalana Laia Andreu Trias i vincitori della 42ª edizione della Ciaspolada, che ha avuto luogo questa mattina sulla pista Campi di Golf al Passo della Mendola. Una soluzione, quella di portare in quota la più importante gara italiana da affrontare con le racchette da neve, che si è rivelata obbligata a causa del clima primaverile, ma che ha raccolto l’approvazione dei quasi 4000 concorrenti, saliti in Alta Val di Non per correre sul manto bianco, centrando l’obiettivo. Tutti hanno concluso la propria fatica con il sorriso, sia chi puntava ad un piazzamento di prestigio, sia chi si è iscritto alla manifestazione non competitiva e ha percorso i 3,6 chilometri del tracciato in assoluto relax, magari con i bambini in spalle o il cane al guinzaglio.Ciaspolando1

Si è trattato di una gara assai breve, che alla fine è risultata più adatta agli specialisti della corsa in montagna che ai mezzofondisti, di solito a loro agio sul percorso tradizionale ricavato fra Romeno e Fondo. Non a caso si sono imposti due scalatori, come l’atleta bresciano della Amorini, al primo centro in carriera dopo la medaglia di legno del 2014 con il tempo di 13’32”96, e come la runner catalana, già prima nel 2012, seconda nel 2014 e 2013, terza nel 2008, con il tempo di 16’41”82. Al secondo posto troviamo due mostri sacri della Ciaspolada, un po’ penalizzati dalle inedite pendenze, quali il bellunese Claudio Cassi (Atletica Vittorio Veneto), che è giunto al traguardo con 16 secondi di ritardo, e la regina uscente Isabella Morlini (Team Baldas). La reggiana, vincitrice nel 2013 e 2014, puntava al tris, ma il tracciato non era dei più adatti alle sue caratteristiche e ha accusato 8 secondi di ritardo. I due podi sono stati completati dal meranese Gerd Frick (Amorini), a 26 secondi, e dalla lucchese Annalaura Mugno, al primo podio in questa manifestazione dopo otto partecipazioni, a 41 secondi dalla Trias.

Alle 10,30 del mattino lo starter ha sparato a salve per dare il via al gruppo degli agonisti, che hanno affrontato con foga la pendenza imposta dalla pista Campi di Golf. Rambaldini si è messo subito davanti a tutti, con uno scatto da centometrista, deciso a dettare il ritmo. Ad un terzo della salita, dove il percorso gira verso sinistra e incontra i primi raggi di sole della giornata, ha tre secondi di margine su un drappello di inseguitori, guidati da Barizza, Debiasi, Cassi, Crosas, Sociats e Urò Mompel. A metà della salita passano a dieci secondi dal leader Cassi, Sociats, Barizza e Urò Mompel, ma al giro di boa, quando si comincia a scendere, resistono ormai ad Alessandro Rambaldini i soli Gerd Frick (a 15 secondi), uscito con prepotenza, e Claudio Cassi (a 18 secondi).

A questo punto inizia la cavalcata verso l’arrivo, che in realtà serve solo per decidere il secondo e il terzo posto, visto che Rambaldini non verrà più ripreso. Cassi supera Frick a metà discesa e vince il braccio di ferro. Ottimo quarto, a quattro secondi da Frick, il trentino di Vigolo Vattaro Andrea Debiasi (Amorini), quinto il primo straniero, Asensio Just Sociats, sesto Lucio Fregona (Astra Quero), settimo Alessandro Rescigno (Amorini), tutti a pochi secondi l’uno dall’altro. Claudio Cassi, oltre al secondo posto, si è portato a casa anche il successo nella categoria Master, introdotta quest’anno. Il primo vincitore della Ciaspolada nella categoria junior è invece Roberto Fregona (Astra Quero), 26° assoluto, che ha preceduto Gerardo Rubino (Amorini), 27° al traguardo, e Daniele Stenico (Gabogas). Fra gli affezionati alla Ciaspolada trentina da segnalare anche il parroco volante Don Franco Torresani, che ha chiuso al nono posto, quindi il modenese di Vignola Antonio Santi (undicesimo ), mentre Simone Faustini, figlio di Osvaldo, capitano della nazionale della maratona di qualche lustro fa, ha terminato dodicesimo. Il trentino Antonio Molinari ha chiuso quindicesimo.

Anche in campo femminile Isabella Morlini ha cercato di fare la differenza nella prima metà ascendente. In salita nessuna concorrente è riuscita a tenere il suo ritmo, ma dopo il traguardo volante posto giro di boa Laia Andreu Trias ha cambiato marcia e si è buttata all’inseguimento della reggiana, superata a metà della discesa. La spagnola ha chiuso la sua prova con il tempo di 16’41″82, con 8 secondi di vantaggio su Isabella Morlini. Terza, senza affanni, Annalaura Mugno (a 41 secondi), che risulta anche la prima delle senior, appartenendo Andreu Trias e Morlini alle master. Quarta un’altra catalana, Rosa Valls Tiò, quinta Simonetta Menestrina, che risulta anche prima fra le trentine, gusto davanti alla sesta, Mirella Bergamo. Vince la cat egoria junior femminile Chiara Manfredini.

Oltre alla gara degli agonisti si è poi svolta in parallelo quella non competitiva, alla quale hanno preso parte gruppi sportivi provenienti da tutta Italia. Il più numeroso è risultato l’Ana di Covelo, con 105 ciaspolatori al via, seguito dall’Eà Tramontana di Teolo (Padova), con 98, e dagli Amici di Banco, che erano in 84. Ha colpito anche la presenza del Reparto Comando e Supporto Tattici “Tridentina” della caserma “Ottone Huber” di Bolzano e di 54 ragazzi africani e del Bangladesh ospitati presso all’Ostello Madonna della Neve di Castelfondo, provenienti da Bangladesh (21), Mali (10), Gambia (7), Senegal (6), Ghana (5) e Nigeria (5). Molti di loro non avevano mai visto la neve prima di oggi.

Un ampio servizio sulla gara verrà trasmesso da RaiSport 1 martedì alle ore 19.45 e in replica il giorno dopo alle 18.20. Inoltre Trentino Tv giovedì; alle ore 20,30 trasmetterà uno speciale dedicato alla Ciaspolada all’interno della trasmissione “Mondosci”.

INTERVISTE

Ecco le interviste ai protagonisti della 42ª Ciaspolada raccolte a fine gara in località Passo della Mendola. Soddisfatti i vincitori per aver iscritto per la prima volta il proprio nome nell’albo d’oro di questa prestigiosa competizione, ma anche i piazzati, perchè partecipare alla Ciaspolada ha sempre una molteplicità di significati.

Alessandro Rambaldini: «Dopo un periodo a basso regime in ottobre, ho ricominciato ad allenarmi bene in novembre. Mi sono preparato specificatamente per la Ciaspolada, perché l’anno scorso ero arrivato quarto e questa volta volevo conquistare il podio di quella che, per me, è una manifestazione unica nel proprio genere. Il percorso di questa edizione era ideale per le mie caratteristiche, con salita e discesa: ho preso parte a molte gare di corsa in montagna e so che su tracciati di questo tipo riesco a esprimermi bene. Penso, senza esagerare, che quella di oggi sia la mia più bella gara da quando ho iniziato a correre. Un ricordo che porterò con me per il resto della mia vita»

Claudio Cassi: «Il tracciato era un’incognita per tutti. Essendo molto breve, tutti gli atleti veloci al via oggi potevano dire la loro e, a maggior ragione, sono contento del mio secondo posto. Alla fine sono usciti ancora gli specialisti della corsa in montagna, nonostante in gruppo ci fossero alcuni stradisti, marocchini su tutti, di buon livello. All’alba dei 45 anni sono veramente soddisfatto del mio piazzamento: è la nona volta che salgo sul podio alla Ciaspolada e per me non può che essere motivo di soddisfazione. Complimenti agli organizzatori per lo splendido lavoro che hanno svolto e complimenti anche a Rambaldini per la vittoria, ma già alla vigilia era il mio favorito numero uno»

Gerd Frick: «Per la seconda volta in due anni sono giunto terzo, ma oggi sono molto soddisfatto della terza posizione. Nell’ultimo mese e mezzo ho accusato un problema a un piede e sono riuscito a correre poco. Mi sono allenato in bicicletta e, pur non essendo al top della condizione, ho voluto esserci, perché la Ciaspolada è una gara a cui tengo particolarmente: il terzo posto, alla luce di tutto, non è affatto male. Voglio fare i complimenti agli organizzatori, perché, nonostante le difficili condizioni climatiche, sono riusciti ad allestire un bellissimo percorso, con neve compatta. Ne è uscita una gara breve, ma dura. Già dopo 30” ho cominciato a soffrire e per i restanti 13 minuti ho stretto i denti».

Laia Andreu Trias: «È stata una gara molto veloce e per me non è stato facile. Ho stretto i denti in salita e poi sono riuscita a lasciar andare le gambe nel tratto in discesa. La Morlini ha imposto un bel ritmo nella prima parte del percorso e mi ha reso dura la vita, ma alla fine sono riuscita a superarla e a conquistare la mia seconda vittoria alla Ciaspolada. Qui è sempre bellissimo correre: c’è una splendida atmosfera, che dà un sapore particolare anche alla vittoria».

Isabella Morlini: «Laia è andata veramente forte in discesa. Purtroppo la salita era troppo breve per fare la differenza e quando ho scollinato sapevo che sarebbe stata dura raggiungere il traguardo in prima posizione. Sono comunque molto soddisfatta del secondo posto e non pensavo di essere così in forma. La pista era molto ben innevata e devo dire che ne è comunque uscita una splendida gara».

Annalaura Mugno: «Salire sul podio è una grandissima soddisfazione, ci tenevo e ci stavo provando da otto anni. Ho chiuso spesso nelle prime posizioni, ma la medaglia ancora mi mancava. Il percorso, per me che sono una mezzofondista, era corto, ma particolarmente duro. In salita sono riuscita a esprimermi bene e a trovare la forza per rimanere agganciata alle migliori, trovando il giusto ritmo, necessario per non rischiare di “saltare”. Sicuramente non c’è stato tempo per rifiatare o per godersi lo splendido panorama, che ho intravisto scendendo verso l’arrivo».

Gianni Holzknecht (presidente del comitato organizzatore): «Siamo andati contro tutto. Contro il meteo, contro la crisi generale e alla fine anche contro il vento, che ha reso ancor più duro il nostro compito. Proprio per questo il risultato finale è stato soddisfacente e appagante: avere quasi 4.000 partecipanti alla Ciaspolada è un risultato da considerarsi eccellente, che conferma il grande credito di cui gode la nostra manifestazione. Un plauso particolare va fatto ai volontari: ogni anno ricordo l’importanza del loro lavoro, ma in questa occasione sono stati semplicemente perfetti».

CLASSIFICHE 42a CIASPOLADA VAL DI NON PASSO MENDOLA
Classifica Assoluta Maschile

Categoria Junior Maschile
Pos Pettorale Cognome Nome Sesso Categoria Squadra Tempo CatPos Media
1 4 RAMBALDINI ALESSANDRO M SM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:13:32.96 1 3,59
2 7 CASSI CLAUDIO M MM ATLETICA VITTORIO VENETO 00:13:48.89 1 4,04
3 3 FRICK GERD M MM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:13:58.99 2 4,06
4 10 DEBIASI ANDREA M SM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:14:02.24 2 4,08
5 11 SOCIATS ASENSIO JUST M MM FEDERACIO’ D’ENTITATS EXCURSIONISTES DE CATALUNYA 00:14:04.23 3 4,08
6 17 FREGONA LUCIO M MM ASTRA QUERO G.S. 00:14:05.88 4 4,09
7 39 RESCIGNO ALESSANDRO M SM AMORINI TSL ISAURA 00:14:08.34 3 4,09
8 19 URO’ MOMPEL JORDI M SM FEDERACIO’ D’ENTITATS EXCURSIONISTES DE CATALUNYA 00:14:11.67 4 4,1
9 15 TORRESANI FRANCO M MM FONDISTI ALTA VAL DI NON 00:14:13.64 5 4,11
10 6 BARIZZA FILIPPO M SM BALDAS FERRINO – LIBERTAS VENETO BARIZZA SPORT 00:14:22.52 5 4,14
11 12 SANTI ANTONIO M MM TEAM BALDAS 00:14:37.75 6 4,18
12 24 FAUSTINI SIMONE M SM C.S.S.R. BRESCIA 00:14:48.47 6 4,21
13 14 CROSAS SALVANS M MM FEDERACIO’ D’ENTITATS EXCURSIONISTES DE CATALUNYA 00:14:51.03 7 4,22
14 32 BOUDALIA SAID M MM BIOTEKNA MARCON 00:15:02.10 8 4,25
15 16 MOLINARI ANTONIO M MM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:15:07.68 9 4,27
16 33 STANGA BRUNO M MM SINGOLI DI TRENTO E PROVINCIA 00:15:15.79 10 4,29
17 30 SCANDOLERA ALEX M SM OROBIE G.S. 00:15:22.73 7 4,31
18 55 SALOTTI FABIO M SM ORECCHIELA G.S. 00:15:32.68 8 4,34
19 28 COSLOP ALESSANDRO M MM ATLETICA VAL DI CEMBRA 00:15:33.62 11 4,34
20 50 GIACOMETTI LUCA M SM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:15:33.72 9 4,34
21 152 PINAMONTI ADRIANO M MM ATLETICA VALLI DI NON E SOLE 00:15:37.94 12 4,36
22 5 LANDI ANTONELLO M MM AMORINI TSL TEAM ITALY PORTO POTENZA PICENA 00:15:44.72 13 4,38
23 20 BENAZZOUZ SLIMANI M MM CUS PARMA 00:16:09.40 14 4,45
24 106 GASPARI DIEGO M SM SINGOLI DI VICENZA E PROVINCIA 00:16:13.25 10 4,46
25 111 IACOBONI WILLIAM M MM SINGOLI DI MILANO E PROVINCIA 00:16:22.90 15 4,49
26 64 FREGONA ROBERTO M JM ASTRA QUERO G.S. 00:16:24.04 1 4,49
27 58 RUBINO GERARDO M JM AMORINI TSL ISAURA 00:16:26.74 2 4,5
28 29 POLO CLAUDIO M MM SINGOLI DI TRENTO E PROVINCIA 11 00:16:29.34 16 4,51
29 121 CORRADINI RENZO M MM POLISPORTIVA MOLINA 00:16:43.40 17 4,55
30 144 ANGELI PAOLO M SM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:16:44.73 11 4,55
31 38 TIRALI MANUEL M SM LONATO ATLETICA 00:16:47.20 12 4,56
32 40 LAMBIASE VINCENZO M GM AMORINI TSL ISAURA 00:16:49.09 1 4,57
33 35 DI CAPRIO DANIELE M MM TOP RUNNERS CASTELLI ROMANI 00:16:58.57 18 4,59
34 36 FORADORI DIEGO M MM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:17:00.22 19 5
35 57 CHECCACCI LORENZO M MM G.P. PARCO ALPI APUANE 00:17:09.04 20 5,03
36 26 SAAID EL BOUHALI M SM ASSINDUSTRIA ROVIGO 00:17:11.69 13 5,03
37 153 BASILE SALVATORE M MM ATLETICA FUTURA 00:17:18.68 21 5,05
38 34 CORRADINI MARCO M MM U.S. STELLA ALPINA CARANO 00:17:27.48 22 5,08
39 124 KOFLER ROMEDIUS M MM SINGOLI DI BOLZANO E PROVINCIA 00:18:19.56 23 5,23
40 52 FACCHINI WALTER M MM AMORINI TSL TEAM ITALY 00:18:30.60 24 5,26
41 122 TONINI LUCIANO M MM POLISPORTIVA MOLINA 00:18:33.22 25 5,27

Classifica Assoluta Femminile
Categoria Junior Femminile
Pos Pettorale Cognome Nome Sesso Categoria Squadra Tempo CatPos Media
1 1002 ANDREU TRIAS LAIA F MF FEDERACIO’ D’ENTITATS EXCURSIONISTES DE CATALUNYA 00:16:41.82 1 4,54
2 1001 MORLINI ISABELLA F MF TEAM BALDAS 00:16:49.55 2 4,57
3 1005 MUGNO ANNALAURA F SF G.S. LAMMARI 00:17:22.31 1 5,06
4 1023 VALLS TIO’ ROSA F SF FEDERACIO’ D’ENTITATS EXCURSIONISTES DE CATALUNYA 00:17:52.13 2 5,15
5 1021 MENESTRINA SIMONETTA F MF AMORINI TSL TEAM ITALY 00:18:04.60 3 5,19
6 1008 BERGAMO MIRELLA F MF AMORINI TSL TEAM ITALY 00:18:09.05 4 5,2
7 1022 LEAL AUGE’ SILVIA F MF FEDERACIO’ D’ENTITATS EXCURSIONISTES DE CATALUNYA 00:18:45.97 5 5,31
8 1009 CAVALLINI DENISE F MF G.S. LAMMARI 00:18:50.31 6 5,32
9 1026 FAUSTINI CLARA F SF LONATO ATLETICA 00:19:52.57 3 5,51
10 1028 PERNA JESSICA F MF ANTRACCIOLI G.S. 00:19:53.68 7 5,51
11 1042 SACCARDO CATERINA MARIA F SF SINGOLI DI VICENZA E PROVINCIA 00:21:02.26 4 6,11
12 1012 BADANO FRANCESCA F MF AMORINI TSL TEAM ITALY 00:22:19.72 8 6,34
13 1013 MANFREDINI CHIARA F JF LIBERTAS VENETO BARIZZA SPORT 00:22:44.21 1 6,41
14 1020 TERRANDO PAOLA F MF NON SOLO CIASPOLE 00:22:48.90 9 6,42
15 1019 MALFERRARI EBE F MF MARATHON CLUB TRENTO 00:22:55.34 10 6,44
16 1018 FRONTINI SILVIA F MF NON SOLO CIASPOLE 00:22:56.61 11 6,45
17 1046 MORONI FEDERICA F MF GOLDEN CLUB 00:22:58.63 12 6,45
18 1015 CORNET THERESE F MF TEMA TSL FRANCIA 00:23:14.68 13 6,5
19 1016 BACCI MANUELA F MF SILVANO FEDI A.S.C.D. 00:24:28.81 14 7,12
20 1032 VALENTINI NICOLETTA F MF ATLETICA VALLI DI NON E SOLE 00:24:41.24 15 7,16
21 1017 PETTINELLA MARINA F SF AMORINI TSL TEAM ITALY 00:24:55.73 5 7,2
22 1038 SIVIERO SIMONETTA F MF SALCUS 00:25:54.95 16 7,37
23 1040 MALAVASI LINDA F SF SINGOLI DI MODENA E PROVINCIA 00:26:04.74 6 7,4
24 1047 SCACCHI SILVIA F MF GOLDEN CLUB 00:26:05.56 17 7,4
25 1044 GIOVANNINI EVELIN F MF CODOGNO 82 GP 00:26:22.71 18 7,45
26 1043 CREMONINI MANUELA F MF CREVAL…CORRE GRUPPO 00:27:44.77 19 8,09
27 1037 LORUSSO MARIA F MF ATHLETIC TEAM 00:27:57.34 20 8,13
28 1030 POLAK KATARZYNA F MF POLONIA 00:28:14.44 21 8,18
29 1029 LORENZONI PATRIZIA F MF MARCIATORI MORIANESI 00:28:42.38 22 8,26
30 1045 BALDAN VALERIA F MF LAVORATORI INTESA SAN PAOLO A.S.D. 00:29:55.71 23 8,48
31 1031 ORLI LAURA F SF RUNNERS MARATONETI BERZANTINA 00:31:29.16 7 9,16
32 1041 VISCIDO ROSSELLA F MF PODISTICA CASTELFRANCHESE 00:33:44.96 24 9,55
33 1034 ROPA MARIA LUISA F MF POLISPORTIVA GIOVANNI MASI 00:36:49.64 25 10,5
34 1027 DAVI MARA F MF VIOTE MONTE BONDONE NORDIC SKI MARATHON 00:40:38.37 26 11,57
35 1033 ZUCCHINI MARINA F MF POLISPORTIVA GIOVANNI MASI 00:42:55.11 27 12,37
36 1035 FRABETTI MARIA TERESA F MF POLISPORTIVA GIOVANNI MASI 00:49:51.09 28 14,4


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136