Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


A Bormio la prima domenica rosa in cascina

giovedì, 16 maggio 2019

Bormio – Lombardia, l’agricoltura è donna con le “Domeniche rosa in cascina”. Primo appuntamento il 19 maggio a Bormio (Sondrio). Un viaggio itinerante tra le province lombarde per raccontare ai cittadini il ruolo sempre più importante svolto dalle donne nelle nostre campagne. È quello promosso da Donne Impresa Coldiretti Lombardia, l’associazione che raggruppa le imprenditrici agricole associate a Coldiretti.

Il primo appuntamento è in programma domenica 19 maggio a Bormio, dalle ore 10 alle 17 in piazzale Fogaroli, in concomitanza dell’iniziativa “Street food” organizzata dall’Istituto d’Istruzione Superiore Statale Alberti in collaborazione con Coldiretti Sondrio e l’Accademia del Pizzocchero di Teglio.

In questa giornata dedicata al cibo italiano – spiega la Coldiretti Lombardia – sarà possibile degustare i prodotti tipici locali e regionali, e fare la spesa al mercato agricolo di Campagna Amica con protagoniste le imprese a guida rosa. Oltre a presentare le loro produzioni, le imprenditrici agricole organizzeranno laboratori didattici per i più piccoli dedicati al mondo delle campagne.

“Con le domeniche rosa in cascina – afferma Wilma Pirola, responsabile Donne Impresa Coldiretti Lombardia – attraverseremo tutta la nostra regione per raccontare il profondo apporto, in termini di innovazione e sostenibilità, che le donne stanno portando all’agricoltura lombarda e italiana”. In calendario diversi appuntamenti nelle varie province – spiega la Coldiretti regionale – In ognuno di essi, all’interno di un’azienda agricola gestita da una donna saranno ospitate altre imprese rosa dello stesso territorio: durante la domenica i consumatori potranno fare la spesa direttamente dalle produttrici, degustare i tesori enogastronomici del territorio, partecipare a iniziative ed eventi di volta in volta diversi. Già fissati altri appuntamenti, successivi a quello di Bormio tra cui il 14 luglio Rodengo Saiano (Brescia).

Nelle campagne lombarde – aggiunge la Coldiretti regionale su dati della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi – in tutto sono circa 10mila le imprese a conduzione femminile, oltre una su cinque delle aziende agricole totali. La provincia che ha la maggior incidenza delle quote rosa in agricoltura è Sondrio (quasi 4 su 10), seguita da Lecco, Como, Bergamo, Pavia, Varese e Brescia tutte sopra il 20%.

Nella loro azione – sostiene Coldiretti – le imprenditrici agricole hanno dimostrato una grande capacità di coniugare la sfida con il mercato ed il rispetto dell’ambiente, la tutela della qualità della vita, l’attenzione al sociale, a contatto con la natura assieme alla valorizzazione dei prodotti tipici locali e della biodiversità diventando protagoniste in diversi campi: dalle attività di educazione alimentare ed ambientale con le scuole ai servizi di agritata e agriasilo, dalle fattorie didattiche ai percorsi rurali di pet-therapy, fino agli orti didattici, mercati di Campagna Amica e l’agriturismo.

“Oggi l’agricoltura è donna – conclude Wilma Pirola – grazie alle grandi opportunità offerte dall’agricoltura sociale, dall’agriturismo e dalla vendita diretta. Riuscire a collegare in forma responsabile attività produttiva e servizi alla persona, visione imprenditoriale e progetti di filiera, azioni imprenditoriali e bene comune è il progetto ambizioso che Coldiretti sta contribuendo a realizzare, mettendo a sistema le esperienze delle imprenditrici agricole sul territorio lombardo e italiano”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136